…le “fragolarie” …

IMG_20130411_113538Forse il contagio capitolino di questi giorni è arrivato fino in terra toscana; sta di fatto che anch’io nel mio piccolo ho partecipato ad una dibattuta (ma molto meno angosciante e deludente) elezione … dell’acquisto del momento …. con il fruttivendolo del mercato!!!

Ho già detto che non mi dispiace affatto andare al mercato, anzi quando arriva il giovedì non perdo occasione per fare un giro e vedere se posso trovare qualcosa di interessante o che mi ispiri; anche perché questo mercatino è ricco di produttori diretti che offrono buoni prodotti locali a prezzi più che giusti. In ogni caso stavo proprio passeggiando per la via quando vedo al lato di un banco un tripudio di fragole, mi avvicino e …. parte l’attacco!!! Il commerciante inizia ad elencare le mille qualità delle sue fragole “e quanto le son bone”, e le assaggi, e per me sono il miglior frutto al mondo, ecc …! Avrei anche voluto controbattere; intanto dicendogli con non è proprio corretto definirle frutto e poi che andava anche bene assaggiarle ma “una sciacquatina” prima magari, e poi anche che in effetti erano proprio belle e non care (in certi casi il mio sangue ligure si fa proprio sentire!!!) ma erano davvero troppe. Insomma di argomenti con cui controbattere ne avevo fin troppi ma, intimorita dalla sua sicurezza (secondo me si era preparato già il discorsetto a casa con il suo braccio destro …) e dal furor di popolo di vecchine che lo sostenevano e appoggiavano … ho ceduto! E va bene nominiamo solennemente l’acquisto … e fragole siano!!! 

Torno a casa, ancora non troppo convinta se aver fatto un affare o una scemenza, e mi metto a pulire quel giusto “quintalino” di fragole appena prese pensando a come fare per smaltirle tutte senza buttarle; anche perché il vile, giusto mentre mi da il resto, lancia la spallata finale e dice: < e mi raccomando che le van finite entro du giorni ‘che le son nostraline! >. Ah! Pure!!! Non me lo poteva dire prima …. Quindi, morale della favola, non volendo ingozzarmi di fragole, né avendo troppo tempo a disposizione per farne una conserva, ho improvvisato questa torta che, devo ammettere, è riuscita proprio buona e super soffice (il mio terrore è far impasti tipo effetto … “uovo sodo”), perfetta per la colazione ma anche come merenda (con succo o tè freddo ora magari …).

Tortino di fragole e zenzero

IMG_20130419_072619Ingredienti:

  • 110 gr di farina 00
  • 220 gr di zucchero
  • 120 ml d’olio di girasole (o altro tipo)
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di lievito
  • una punta di bicarbonato
  • 10 fragole (circa)
  • scorza di un’arancia (non trattata)
  • vaniglia (vanillina o essenza)
  • q.b sale, zenzero in polvere

Iniziate a montare gli albumi a neve ben ferma. Per ottenere un risultato soddisfacente ho iniziato (con frusta elettrica … non sono così masochista!) a sbattere le uova (mai in una ciotola di plastica) e poi incorporato poco alla volta tre cucchiai di zucchero, preso dalla quantità indicata. Una volta montati gli albumi accendete il forno a 160°-170° e passate ai tuorli iniziando a lavorarli con lo zucchero rimasto, unite l’olio continuando a mescolare e poi aggiungete poco alla volta la farina assieme al lievito, vaniglia e bicarbonato (tutto già setacciato). Sempre cercando di non fare grumi aggiungete la scorza dell’arancia (stando attenti a non prelevare la parte bianca), il pizzico di sale e la quantità di zenzero in polvere che più vi aggrada (io ne ho messa un cucchiaino scarso). Non vi preoccupate se ora l’impasto sarà un po’ duro … rimediamo subito! Prendete le chiare montate e iniziate ad incorporarle all’impasto pochi cucchiai alla volta e con movimenti dal basso verso l’alto (per non smontare tutto). Appena vedete il tutto omogeneo sistemate il composto in una teglia (ne ho utilizzata una a cerniera da 24 cm di diametro) oliata (o imburrata per in non allergici) e infarinata, mettendo in superficie le fragole tagliate in quarti, o a metà se sono piccole, fino a coprirla tutta.

Cuoce per quasi un’ora (comunque armiamoci di stecchino)in forno statico e IMG_20130419_073523vuole il suo tempo per freddarsi, nel forno aperto molto meglio. La cosa più divertente e carina è scoprire poi che un po’ di fragole son rimaste in superficie, mentre altre si sono affogate nell’impasto. Per finire direi una spruzzata di zucchero a velo e qualche fragola per decorare …

Ottima!!! …comunque per il prossimo mercato mi attrezzo … magari faccio una consultazione a casa prima!!!  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...