Torta con farina d’orzo integrale, semi di sesamo e verdure d’autunno

IMG_20131119_093147Talvolta le ricette nascono per una serie di fattori e concatenazioni insolite.

Magari sei appena andata a fare la spesa in quei posti da incubo che detesti; rincasata ti accorgi di aver dimenticato di prendere un ingrediente fondamentale, ma mai più decideresti di ripercorrere da capo il tour de force infernale. Oppure tornata a casa dopo giorni di assenza apri il frigo e vedi verdure che richiedono di essere cucinate subito … scongiurando così l’immondizia! O ancora vai in dispensa e c’è un rimasuglio di farina che proprio non sa più dove andare. E ovviamente momenti in cui hai mille altre cose da fare ma ad un piatto sano e genuino non rinunci (pensando a terzi certo … perché se fosse per te in quel momento faresti tutt’altro che metterti ai fornelli).

Se poi sommi tutti questi elementi il risultato non può essere che questa torta di verdure. Mentre la fai sei quasi certa che al 50% dei casi potrebbe venirti una vera schifezza, e già mentre impasti pensi all’opzione due, poi … apri il forno, senti il profumo, assaggi e, rimanendo piacevolmente stupita, ti chiedi come mai non hai provato a farla prima.

Insomma non paciughi casuali ma “soddisfazioni dell’ultimo minuto

IMG_20131118_175451Torta di farina d’orzo integrale e semi di sesamo con zucca, bietola, porri e funghi champignon

Ingredienti

  •  Per la pasta:
  • 100 gr di farina d’orzo integrale
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • 1 cucchiaio d’olio evo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • Per il ripieno:
  • 200 gr polpa di zucca mantovana (o altro tipo)
  • 1 mazzo di bietole
  • 1 porro grande (o 2 piccoli)
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 100 gr di funghi champignon congelati (meglio se italiani e di qualità)
  • 1 uovo medio (o 1 piccolo + 1 tuorlo)
  • q.b di curcuma, prezzemolo, noce moscata
  • q.b di sale

Iniziate preparando la pasta. Su di un piano infarinato impastate la farina con gli altri ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico. Fate una palla e, coprendola, lasciatela riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente. Nel frattempo passate alle verdure. Una volta pulite e mondate, tagliatele a pezzi abbastanza piccoli e metteteli in padella assieme ai funghi (per me quest’anno è andata molto male la raccolta quindi ho dovuto ripiegare su questi, ma se avete a disposizioni quelli freschi tanto meglio, magari cercate di metterli gli ultimi minuti di cottura). Cuocete tutto a freddo con un filo d’olio, un pizzico di sale e la solo acqua residua del lavaggio. Cuocete per circa 15-20 minuti, o almeno finché non saranno ben cotte. Poi prendete la pasta, stendetela ad uno spessore di massimo 1 cm, rivestitevi la vostra teglia precedentemente oliata (il mio era uno stampo antiaderente con fondo removibile da 10×35), togliete i bordi in eccesso, bucherellate il fondo e cospargetelo con una presa di pangrattato. In una ciotola sbattete l’uovo con le spezie (per chi può qui ci starebbe bene anche del parmigiano), il prezzemolo e il sale, incorporate poi le verdure cotte e mescolate velocemente. Farcite il guscio di pasta con il composto, livellate bene e cuocete a 180°/200° per 35-40 minuti. Lasciate intiepidire e servite subito.

Ps: la foto anche qui non soddisfa ma … si adatta al clima veloce e fulmineo!

A presto e buona settimana a tutti (vedrete che la prossima mi farò perdonare con qualcosa di più impegnativo)!

Annunci

9 thoughts on “Torta con farina d’orzo integrale, semi di sesamo e verdure d’autunno

    • Sai il punto interrogativo era più che altro nell’impasto. Che poi è stato proprio quello a stupirmi di più.
      Comunque grazie e a presto 🙂

  1. Ah, che meraviglia quando succede così! metti insieme quel che hai, mescoli e impasti fingendo sicumera, incroci le dita…e poi ne esce un buon piatto! Decisamente i miei preferiti. ..brava! 🙂

  2. A volte (anzi spesso) i paciughi con quello che hai in casa danno grandissime soddisfazioni…più delle ricette studiate a tavolino per giorni!
    Questa torta rustica con verdure deve essere proprio buona…

    bacioni
    Silvia

  3. solo una esperta di fornelli sa miscelare al meglio ciò che ha in rimanenza, risamuglio, scadenza, ecc. solo un’amante della cucina sa elevare un paciugo ad una piatto con una sua storia e una sua anima.
    e tu ci sei riuscita. che sei brava, difatti, l’ho sempre detto io! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...