Gnocchi di patate e farina di kamut conditi con pesto ligure.

IMG_20131201_141356Si sa che nella vita bisogna fare patti e scendere a compromessi, è quasi una minaccia che ti ripetono ogni tanto nella vita, caso mai te ne fossi dimenticata. Talvolta questi patteggiamenti sono enormi buchi neri, altre volte sono piccole ed innocue modalità del vivere quotidiano.

Questo piatto è proprio un bell’esempio di compromesso casalingo. Io, che non riesco a concepire un pasto senza verdura, in questo periodo andrei avanti a passati, creme e minestroni di tutti i tipi … nessuno escluso. Peccato che questa mia propensione non sia condivisa in casa. Il signorino M. la vive più che altro con rassegnazione, quasi fosse una medicina; sì, ti fa bene e ogni tanto va mangiata. Ma questa passività talvolta si ribella e talvolta protesta lamentandosi. Ma, da buona ariete che sono, non demordo, giammai abbandonare la rotta; anzi preferisco contrattare … della serie “se questa volta passa indenne prometto che domani ti farò tal piatto“! E alla fine mi va anche bene, finisco sempre con il preparare cose che amo in ugual misura (forse perché il richiedente un po’ mi viene incontro …).

E fu così che questo fine settimana arrivò il momento di preparare gli gnocchi, un classico della domenica in famiglia, ma in fondo la richiesta chiedeva espressamente quello.

IMG_20131201_135927Dei classici gnocchi fatti seguendo le dosi e consigli della nonna, a cui ho solamente aggiunto una farina diversa e guarnito con il pesto che avevo prontamente fatto alla fine dell’estate e conservato in freezer (a ogni modo ecco qui il link al post in cui vi spiego come prepararlo)… da buona ligure! Ovviamente conditi così sono molto leggeri e delicati, ma per chi desiderasse un risultato più “verace” può sempre abbinarli ad un altro sugo, magari il classico ragù.

Alla fine messa così (ma i casi analoghi non sono poi molti) potremo quasi dire che i compromessi talvolta sono anche piccoli gesti d’amore.

IMG_20131201_140442Gnocchi di patate e farina di kamut al pesto

Ingredienti (per 3-4 persone):

  • 500 gr di patate preferibilmente bianche e farinose (meglio ancora se vecchie)
  • 120 gr di farina di grano khorasan kamut KAMUT® + altra per lavorazione
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di vino bianco secco
  • 100 gr (circa) di pesto già pronto
  • q.b di pinoli tostati per guarnire (facoltativo)

Per prima cosa lavate accuratamente le patate e mettetele a bollire con la buccia in acqua fredda, calcolando circa 40 minuti dal momento dell’ebollizione. Nel frattempo preparatevi il piano di lavoro; setacciate la farina con il sale sulla spianatoia e fate la classica fontana, in una ciotolina sbattete leggermente l’uovo. Una volta che le patate sono ben cotte (la forchetta vi deve entrare senza il minimo sforzo) scolatele e schiacciatele subito con lo schiacciapatate sopra la farina (non serve sbucciarle). Fate un buchino al centro, mettetevi il tuorlo d’uovo e il cucchiaino di vino (suggerimento della nonna … che mai si mette in discussione!) e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido. Tagliate la pasta in vari pezzi e formate dei cordoncini di circa 2 cm di diametro, tagliateli a pezzettini lunghi 2-3 cm e, man mano li formate, metteteli da parte infarinandoli leggermente (io non li ho rigati, ma voi potete anche farlo con grattugia, forchetta o l’assicella). Mettete una pentola con abbondante acqua a bollire e una volta giunto il bollore aggiungete una presa di sale e tuffate i vostri gnocchi (sarebbe meglio lessarli entro 30 minuti dalla preparazione) dando solo una mescolta all’inizio. Quando giungono a galla, calcolate circa 1 minuto e poi scolateli con l’aiuto di un mestolo forato. Se possibile sarebbe meglio distribuirli direttamente nei piatti da portata già muniti di sugo. Terminate con un altro cucchiaino di pesto, i pinoli tostati e mangiateli subito … ben caldi e voluttuosi.

Buon appetito, un abbraccio e buona settimana a tutti!

Annunci

8 thoughts on “Gnocchi di patate e farina di kamut conditi con pesto ligure.

  1. Ecco, gli gnocchi son proprio una di quelle robine che mi fan stare bene (ma adoro le patate, non fo molto testo a riguardo mi sa), e frutta e verdura credo ancora di piu’. Ma siam fortunati in casa, la mangiamo volentierissimo e guai se a sera non c’e’ almeno qualche cucchiaio di zuppa calda.
    E questo vostro compromesso, e’ uno scendere a PIATTI meraviglioso direi 🙂
    un abbraccio grande, a prestissimo

    • Ogni giorno è uno scendere a piatti 🙂
      Dopo anni di duro “allenamento” ormai anche qui vige la regola del verde in tavola, ma ad entusiasmo generale ancora bisogna lavorarci parecchio.
      Un abbraccio anche a te, a presto e buona cena allora!

  2. Spesso i gesti d’amore sono compromessi. Ma se li fai volentieri non te ne rendi nemmeno conto…e sapere di aver fatto felice la persona amata rende felice anche te!
    Questi gnocchi fanno proprio gola, e mi incuriosisce l’uso del kamut…quante cose devo ancora provare!!!

    • A dire la verità l’idea mi è venuta guardando quelli in vendita nei negozi biologici.
      Ho pensato . In effetti è una bella accoppiata. Prova e poi fammi sapere 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...