Challah speziata al miele di castagno … immaginando di spedirla lontano.

IMG_20131206_140747Questo è un pane particolare, pensato quasi come una dedica, ma così facile da essere amato da tutti.

Un pane che vuol condivedere un momento di festa, che da gioia in ogni momento della giornata, ma pensato per la colazione del mattino. Una challah (perché è una “signorina” pagnotta … come mi hanno fatto giustamene notare 🙂 ) fatta pensando ad una mia carissima amica, che non vedo da tanti anni … e hai voglia skype e messaggi … ma aversi di fronte, potersi parlare guardandosi negli occhi è davvero una cosa diversa … e questo manca, manca molto.

Mentre facevo gli intrecci pensavo di poterla incartare, magari con qualche tessuto carino, e portarla di persona e questa nuova bellissima famiglia. Ma alla fine i chilometri sono troppi e così mi accontento dell’immaginazione. Quindi ecco questa specie di ghirlanda profumata arrivare là, su quella tavola, tra quelle manine piccole (che spero tanto di stringere e mordicchiare un giorno) e le mille luci calde sparse per casa!

IMG_20131206_141407Per la preparazione non potevo che fare riferimento a lei per la ricetta; davvero semplice e con tante informazioni utili … importanti tanto quanto il procedimento! Però, oltre ad aver più che dimezzato le dosi e fatto qualche variante, ho fatto una piccola aggiunta di farina di farro e guarnito il tutto con delle spezie tipiche di questo periodo natalizio.

Per quanto riguarda invece la preparazione vi metto il link a questo video, ma anche nel post di Labna ne trovate uno altrettanto utile ed esplicativo.

IMG_20131206_140311Challah rustica speziata con miele di castagno

Ingredienti:

  • 400 gr di farina 0
  • 100 gr di farina di farro integrale
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 5 gr lievito di birra
  • 50 ml di olio evo delicato (o olio di semi)
  • 50 ml di miele di castagno
  • 1 uovo medio
  • 1 cucchiaio di zucchero fine
  • 1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere (macinato al momento)
  • 1/2 cucchiaino di anice stellato in polvere (macinato al momento)
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 1 tuorlo per spennellare
  • q.b di semi di papavero

Iniziate a sciogliere in una ciotola il lievito in circa 100 ml di acqua, presa dalla quantità totale. Una volta sciolto aggiungete circa 100 gr di farina 0 impastate velocemente e lasciate riposare coperto per circa 30 minuti. In un’altra ciotola mescolate la restante acqua, l’olio, l’uovo sbattuto, il miele, lo zucchero e il sale. Passati i 30 minuti mettete le due farine nei liquidi, impastate brevemente e poi aggiungete le spezie e il lievitino ormai attivo. Continuate ad impastare, passando su di un piano infarinato, per almeno 15 minuti, cercando di far incorporare aria ed arrivando ad una consistenza uniforme e liscia. Mettete l’impasto a lievitare, in una ciotola leggermente unta e coperto con un canovaccio umido, nel forno spento fino a raddoppio del volume ( per me quasi 4 ore ma molto dipende da atmosfera nella vostra cucina). Una volta ben lievitato riprendete l’mpasto, rilavoratelo un po’ e dividetelo in 4 parti uguali. Formate dei filoni e procedete con gli intrecci (fidatevi che sono molto più semplici di quello che si potrebbe pensare) e ricordatevi di non stringere troppo, altrimenti farà fatica a crescere. Trasferite il vostro pane su di una teglia con carta forno e fatelo riposare altri 30 minuti coperto. Intanto accendete il forno a 200°, posizionando il solito pentolino d’acqua nella parte bassa. Una volta passato il tempo di riposo e giunto il forno a temperatura, spennellate il vostro pane con il tuorlo d’uovo sbattuto con 1 cucchiaio d’acqua, spolverizzate con i semi di papavero e infornatelo, togliendo il pentolino con l’acqua e abbassando la temperatura a 180°. Cuocete la vostra challah per circa 40 minuti, poi trasferitela su di una griglia e lasciatela raffreddare nel forno leggermente aperto.

Un abbraccio a tutti e buona settimana … allietata da questo dolce profumo spero!

Annunci

6 thoughts on “Challah speziata al miele di castagno … immaginando di spedirla lontano.

  1. Ciao, il pane ti è venuto benissimo e anche le foto sono bellissime.
    Mi permetto solo di fare una piccola precisazione: challah è femminile, come anche il suo plurale challot, in ebraico, quindi potresti scriverlo al femminile anche in italiano 🙂
    Un abbraccio e a presto
    Jasmine

    • Sapere che c’è un pane femmina in più mi fa solo che piacere. Grazie mille per l’utile informazione, come tutto il resto. Un abbraccio anche a te e a presto
      Ps: ora provvedo a correzione 🙂

  2. Mi piace tanto questo pane ebraico…l’ho fatto una volta credo proprio con la ricetta di Labna ma non avendo dimezzato le dosi mi è venuto un treccione che non entrava quasi nel forno tanto era lievitato. Che bella la forma a corona!!!
    Bravissima…

    • Grazie. Ma che ridere il treccione che diventa elefante dentro la 500 🙂
      Secondo me dovresti fare un secondo tentativo, anche perché per la colazione è ottimo e poi … zero sensi di colpa, tutta salute e bontà!
      Buona serata e a pressto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...