Pane di farina integrale e farro con noci e semi di sesamo. Cercando di fare un po’ di luce nel giorno più corto che ci sia.

IMG_20131130_095046Ognuno il Natale lo vive assolutamente in modo diverso. Ci sono persone che lo amano profondamente, chi invece lo detesta ma in fondo in fondo lo apprezza comunque e chi invece ne è totalmente indiferrente. Forse tutto dipende dal bagaglio di ricordi che ci portimo dietro, dalle esperienze passate e dalle aspettative presenti e future. Fortunatamente io riesco ancora a viverlo con quel pizzico di magia che hai quando sei piccolo. Insomma non dico che credo ancora alla slitta volante con le renne, ma riesco a dare più significato a particolari che magari nel resto dell’anno tendo a trascurare.

Ho molti ricordi su questo periodo di festa, alcuni molto belli, divertenti e buffi, sorprese inaspettate fatte e ricevute, pesone molto care presenti in passato di cui ancora si sente la presenza oppure travestimenti e nascondigli di regali da non far trovare ai piccoli. Altri invece molto meno, tipo quando ci siamo trovati a passare la vigiglia di qualche anno fa immersi dall’acqua, la mattina di natale a spalar fango e finalmente arrivati al pranzo (anche se erano le 15 passate, ma festeggiare anche solo un pò era diventata quasi una questione di principio) ci siamo addormentati tutti sfiniti e stremati sul tavolo (che a ripensarci ora fa quasi ridere, situzione piuttosto tragicomica)! Ad ogni modo, bello o brutto che sia, ciascuno di essi contribusce a dipigere e delineare un quadro d’insieme a cui sono molto legata e del quale mai vorrei separarmi.

IMG_20131130_190133E poi ci sono gesti e le tradizioni che ogni anno si ripetono in casa, sempre uguali ma mai scontate. Come la colazione “speciale” la mattina della vigilia, o lo spostamento da una cucina all’altra a seconda del giorno di festa, oppure preparare piatti particolari. E, per quanto strano possa magari sembrare, anche la preparazione del pane ha il suo lato di magia. In questi giorni ci si coccola con pani più ricchi, di vari gusti, di differenti pezzature e forme. Ma tra i tanti il pane con le noci non manca davvero mai. Quindi ecco a voi un pane magari un po’ rustico (e forse dalla forma non perfetta … ancora mi devo esercitare molto) ma ricco e buono, reso ancor più speciale dalle noci che ho raccolto nei mesi passati tra una camminata e l’altra! E poi chissà che non ne possiate fare un regalo di natale, un po’ diverso, accompagnato con qualche salsa o confettura … però non a tutti … c’è chi storgerebbe sicuramente il naso vedendosi recapitare un dono del genere!

IMG_20131213_135115Pane di farina mista integrale e farro con noci e semi di sesamo ( con biga)

  • Per la biga:
  • 250 gr di farina 0
  • 160 gr di acqua tiepida
  • 2 gr di lievito di birra
  • Per impasto:
  • 600 gr di farina di grano integrale
  • 400 gr di farina di farro integrale
  • 15 ml di olio evo
  • 500 ml (circa) di acqua tiepida
  • 20 gr di sale fino
  • 70 gr di gherigli di noce (possibilmente italiane)
  • 30 gr di semi di sesamo

La sera prima della panificazione preparate la biga. In una ciotola sciogliete il lievito nell’acqua e unite poi la farina. Impastate brevemente, coprite e lasciate riposare almeno 12 ore a temperatura ambiente in luogo riparato. Il giorno dopo iniziate a miscelare le due farine in una ciotola, unite l’acqua, l’olio, il sale e impastate un po’. Poi unite la biga e continuate a impastare, trasferendovi poi su di un piano infarinato. Lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti e poi riprendetelo e aggiungete le noci e i semi e continuate ad impastare, facendo incorporare aria fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Fate la solita palla, metttela in una ciotola leggermente unta, copritela e lasciatela lievitare (dentro forno spento) fino al raddoppio del volume. Poi pezzate l’impasto in due pezzi di ugual peso, dategli la forma che preferite, adagiateli su una teglia con carta forno, fate tagli d’incisione in superficie e lasciateli riposare coperti per altri 30 minuti. Nel frattempo accendete il forno a 240°, mettendo un pentolino con acqua calda nella parte bassa. Una volta giunto in temperatura informate il pane, togliendo il pentolino. Cuoce le votre pagnotte per 10 minuti a 240° e poi altri 45°-50° abbassando la temperatura a 180°. Una volta cotte lasciatele raffreddare come sempre su una griglia dentro il fonro leggermente aperto.

Un abbraccio e buon fine settimana a tutti!

Annunci

4 thoughts on “Pane di farina integrale e farro con noci e semi di sesamo. Cercando di fare un po’ di luce nel giorno più corto che ci sia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...