Panforte margherita

IMG_20131217_141501Probabilmente questo è l’ultimo post prima delle vacanze natalizie (poi mi eclisserò per un po’ vi avverto), quindi volevo lasciarvi con un piccolo pensiero, con un dolce magari non tipico delle mie zone ma ugualmente immancabile a tavola, adatto ad augurarvi buone feste.

Il panforte, al contrario di quanto si possa pensare, non è difficile da fare; basta soltanto avere a disposizione buoni e genuini ingredienti, la miscela di spezie giusta e una buona dose di forza nel braccio, che al momento di mescolare il composto vi assicuro vi servirà.

Realizzare questo dolce mi ha dato più soddisfazione del solito; non tanto per la riuscita della ricetta, e qui devo ringraziare tantissimo Giulia, quanto per il momento e fase preparazione. L’andare a ricercare i semplici ma non facilmente reperibili ingredienti del panforte, mi ha dato la possibilità di venire a conoscenza di posti fantastici, di cui ignoravo completamente l’esistenza. Il voler utilizzare materie prime di buona qualità e il più naturali possibile, che in questa ricetta ribadisco sono ciò che fa la differenza, mi ha permesso di scoprire antichissime drogherie e mesticherie di Siena e Firenze, quasi sempre dislocate nel centro cittadino, ma in angoli nascosti, riparati da un labirintico incrocio di minuscoli e stretti vicoli, quasi a volersi proteggere da quella calca perenne di persone. Negozi quasi immuni al passare del tempo, tenuti in vita da personaggi molto affascinanti (alcuni li definirebbero bizzarri), quasi sempre di poche parole e un po’ rudi, ma con una mole di nozioni alle spalle che chiede solo di essere apprezzata. Persone decisamente avanti con gli anni, degni eredi di quegli antichi speziali che formularono la prima ricetta di questo tipico dolce senese, che sono riusciti a stregarmi ed intimorirmi nello stesso istante. Custodi di sapienza passata, forse preoccupati a chi mai potranno lasciare il testimone nell’imminente futuro.

IMG_20131217_105110Prima di passare alla ricetta due cose: la ricetta è praticamente identica a quella di Giulia, unico particolare è che ho aggiunto il melone e usato un diverso tipo di miele. Poi se avete il foglio d’ostia perfetto, altrimenti potete benissimo fare con la semplice carta da forno. Poi per quanto riguarda le spezie potete rifarvi alle dosi date nel post di Giulia, oppure provare a fare un mix personale, stando attenti alle proporzioni, di cannella, noce moscata, coriandolo, chiodi di garofano e vaniglia. Ultimo consiglio è di utilizzare uno stampo piccolo 18-20 cm di diametro, meglio ancora se con apertura a cerniera ed antiaderente.

IMG_20131217_142046Panforte margherita o Panforte bianco

Ingredienti:

  • 350 gr di mandorle con la pelle (meglio se italiane)
  • 100 gr di scorza candita d’arancia
  • 100 gr di scorza candita di cedro
  • 100 gr di melone candito
  • 150 gr di farina manitoba
  • 150 gr di miele d’acacia
  • 150 gr di zucchero a velo + altro per guarnizione
  • 3 cucchiai d’acqua
  • 1 foglio di ostia
  • 10 gr di spezie per panforte bianco

Iniziate a prepararvi tutti gli ingredienti perché è vero che è una ricetta facile, ma alcuni passaggi devono essere fatti in tempi brevi, quindi meglio essere ben organizzati. Ungete leggermente la teglia e mettete l’ostia sul fondo, tagliate la frutta condita in pezzi abbastanza piccoli, setacciate la farina e lo zucchero e tostate le mandorle in forno per 10 minuti a 180°. Mentre le mandorle tostano miscelate bene la farina e le spezie, poi unite i canditi e mescolate bene. Una volta pronte le mandorle unitele al composto e mescolate ancora molto accuratamente. Ora prendete un padellino mettetevi il miele, lo zucchero e l’acqua e, a fuoco dolce e mescolando con una frusta, fate sciogliere tutto e caramellare fino ad ottenere un color ambrato. Velocemente versate il liquido nella ciotola dei secchi e, con un cucchiaio di legno, mescolate energicamente e con decisione, amalgamando bene il tutto. Versate il composto nello stampo e con le mani inumidite livellatelo e pressatelo bene. Cospargetelo di zucchero a velo e cuocetelo per 20-25 minuti a 160°-170°. Una volta cotto lasciatelo intiepidire per qualche minuto, estraetelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare completamente. Una volta freddo decoratelo con zucchero a velo in abbondanza.

IMG_20131217_141021Il Panforte è un dolce che andrebbe preparato in anticipo e si mantiene benissimo per alcune settimane, a patto di conservarlo coperto da stagnola o carta oleata e riporlo in un luogo asciutto e al riparo.

E con questo spero di potervi augurare buone, buonissime feste. Un abbraccio a tutti e Buon Natale

Annunci

12 thoughts on “Panforte margherita

  1. Come post pre natalizio è più che perfetto marty! questa ricetta me la segno e me la studio con calma estrema sperando di riuscire a provarla nei 2 giorni di vacanzina che tanto aspetto! 🙂
    Ti auguro un felice, sereno e buonissimo Natale e ti mando un forte, fortissimo abbraccio

  2. Bello! È sicuramente buonissimo e mi piace questo aspetto della ricerca degli ingredienti di qualità, che poi è anche un po’un modo per scoprire aspetti ignoti della propria città. Ed è sicuramente il modo migliore per fare le cose con cura e attenzione.
    Se mai dovrò cercare qualcosa ti chiederò qualche dritta, visto che la zona di riferimento è la stessa!
    Tanti auguri di Buone feste anche a te e un grande abbraccio!
    Alice

  3. adoro il panforte lo mangiavo sempre di nascosto da piccola prima di Natale perché non si apriva la scatola prima di Natale ma io golosa osavo e pezzetto per pezzetto spariva ed era una “bella” sorpresa poi quando lo si presentava a tavola ahahha…che ricordi!!!! Buon Natale Martina 🙂

  4. a me non piacciono i canditi…ma ha un aspetto favoloso…ed un pezzettino-ino-ino lo assaggerei
    auguroni di Buon Natale se non ci sentiamo nei prossimi giorni

    bacioni
    Silvia

  5. Ehhhhh il panforte uno dei miei preferiti, a Natale c’è sempre! Il tuo bellissimo! Se non ci vediamo Buone Feste! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...