Marmellata di mandarini al profumo di vaniglia.

IMG_20140128_161102Sarà la voglia che è in me inconscia del catturare colori che contrastino con il grigio del cielo (e che se smette di piovere ci fa pure un favore a tutti quanti); sarà il mio corpo che reclama a gran voce vitamine a più non posso; oppure sarà stato semplicemente il vederli lì, bellissimi, profumati ma poco considerati.

Insomma questa cesta di mandarini (direttamente dall’albero, al che la provenienza è più che assicurata) stava andando verso una fine poco piacevole, sempre per i soliti motivi poi: troppi semi, troppo aspri, poco saporiti … ma quante storie!!! E pensare che se non ci fossero stati loro non avremmo mai potuto assaporare quasi tutti gli altri agrumi (esclusi il pompelmo e il pomelo … ma quelli ben poca dolcezza ci avrebbero fatto testare).

Così non ho potuto fare a meno di prenderli tutti e portarli con me. Ovviamente erano davvero troppi, e quasi tutti allo stesso stato di maturazione, per poterli consumare a crudo tutti quanti, così ho colto la palla al balzo e mi sono messa a invasare e conservare! Ne è uscita fuori una marmellata molto buona, poco dolce e con quella nota di vaniglia che non sta niente male. E, poi la cosa fantastica di questa marmellata e che non si butta niente, solo la piccola calottina dei frutti. Insomma da fare e testare; e se magari desiderate un gusto leggermente più dolce allora vi consiglio di mettere una dose di zucchero pari alla quantità del peso dei frutti, così state tranquilli!

Ultimissima cosa prima di passare alla ricetta: con queste dosi ho riempito 4 barattoli da 250 ml e 1 piccola da 150 ml … sterilizzati a dovere ovviamente!!!

IMG_20140128_160604Marmellata di mandarini al profumo di vaniglia

Ingredienti:

  • 1.3 Kg di mandarini puliti e lavati
  • 500 gr di zucchero semolato
  • semi di 1 bacca di vaniglia

Togliete con un coltellino (a lama dentellata) la piccola calottina (credo che non si chiami proprio così … ma ci siamo capiti) dei mandarini, spellateli e tenete da parte le scorze. Sopra una ciotola (così da non disperdere il succo) tagliate a metà i mandarini nel senso orizzontale e togliete tutti i semi. Fatta quest’operazione travasate il tutto nella pentola che userete per la cottura e aggiungete lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia. Lasciata in infusione in un luogo fresco per 2-3 ore (ma anche se fosse per più tempo va benissimo uguale). Nel frattempo tagliate sottilmente le scorze tenute da parte in precedenza e versatele in acqua bollente cuocendole per circa 10 minuti. Scolatele e ripetete quest’operazione un’altra volta, cambiando l’acqua di cottura e lasciandole poi raffreddare su un panno pulito. Trascorso il tempo di macerazione aggiungete le scorze ai mandarini e cuocete a fuoco dolce per 1 ora abbondante. Ricordatevi di giare la confettura di tanto in tanto, controllando che non vi sia scappato qualche semino … come alla sottoscritta spesso accade, e di frullarla, totalmente o meno a seconda dei vostri gusti, con il frullatore ad immersione verso metà cottura. Giunti a consistenza desiderata ( previa assaggio e prova piattino ovviamente) spegnete il fuoco ed invasate a caldo, facendo attenzione a pulire bene i bordi, non arrivare proprio all’orlo e chiudere molto bene. Una volta invasati capovolgete i barattoli per alcuni minuti su un canovaccio pulito, avvolgeteli con stracci puliti, quindi rigirateli a lasciateli raffreddare.

Fate riposare la marmellata per almeno 15 giorni prima di consumarla e conservatela in un luogo buio e asciutto.

Annunci

13 thoughts on “Marmellata di mandarini al profumo di vaniglia.

  1. Bellissima ricetta…e ancora di più perché hai”salvato” dei mandarini! 🙂 Ma non sapevo che anche qui da noi ci fossero degli alberi da frutto…posso chiederti dove li hai trovati?

    • In effetti l’albero appartiene a dei miei amici che stanno in Salento, e ogni tanto ci deliziano con spedizioni di pacchi ricchi di belle e buone cose!!! 😉
      Un abbraccio e buon fine settimana

  2. Non ho mai fatto la marmellata al mandarino, ma ne ho sentito parlare molto e anche bene, quindi una volta in più sono incuriosita e sia mai che il prossimo inverno, quando la maturazione è al meglio, non ci provi!
    Il tocco di vaniglia dev’essere strepitoso….
    Ciao, Tatiana

  3. sai che sto aspettando una cassetta di mandarini ordinati tramite il Gas per farla??? adoro quella di arance ed è da tanto che voglio provare anche questa
    poi ti dirò come è andato l’esperimento!!!!

    bacioni

  4. la vaniglia la metto un po’ dappertutto ma con i mandarini non mi era ancora venuta in mente. Ho giusto un kg di mandarini raccolti dall’albero. Grazie per l’idea

    maia

    • Figurati. Però dosa bene la quantità della vaniglia, non so se la tua sia particolarmente forte o grande, nel caso magari metti metà bacello. La mia era un po’ vecchiotta quindi non era molto prorompente di sapore.
      Fammi sapere poi come ti è venuta e nel caso sono qui!
      A presto

  5. Pingback: Liquore al mandarino o Mandarinetto | mente & cuore in cucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...