Calamari al forno con limone, erbe aromatiche e pane grattugiato.

IMG_20140201_132325Questo è un’altro di quei piatti di casa, un piatto della mia famiglia, un piatto insegnatomi da mia mamma.

Uno di quei piatti che preparo quando ho voglia di sapori nostalgici e profumi di mare; il mio mare, che anche se non perfetto, un po’ malandato e maltrattato, talvolta mi manca.

E poi qui nasce la leggenda del ricordo sbagliato; tenti di ripercorrere passo dopo passo i soliti gesti, allinei gli ingredienti, incastri le solite combinazioni, e pensi quasi di essere riuscita nell’intento! Poi arrivi alla fine e ti accorgi che il risultato non è mai uguale a quello che avevi archiviato in memoria, buono sì, però diverso … un ricordo sbagliato appunto!

Prima di iniziare una piccola precisazione. I calamari (molluschi ricchissimi di fibre, un buon valore proteico e un bassissimo contenuto calorico) in questione erano stati pescati nelle mie zone un po’ di mesi fa, puliti e messi in congelatore. Credo che molti storceranno il naso al pensiero di aver “sacrificato” del pesce fresco! Però, personalmente, ritengo sia più corretto acquistare del buon pesce locale durante i periodi giusti (a tal proposito vi avevo già inserito un link interessante nella pagina stagionalità, ma qui vi rimetto un’altro link di un sito altrettanto ben fatto e che apprezzo molto), che rispettino le stagioni del mare e le specie ittiche … magari il sapore né risentirà un minimo, davvero un minimo, ma  la fauna e la flora marina ringrazieranno calorosamente per il gesto compiuto. E per me questo é un prezzo da pagare decisamente accettabile!

Ma ora fine dei predicozzi e passiamo alla ricetta … nemmeno a dirlo molto semplice, con pochi ingredienti ma con un risultato davvero sorprendente: il delicato sapore dei calamari che risalta, la crosticina che soddisfa il palato e il sughetto rimasto nel piatto, e nella teglia, che richiede solo una sacrosanta e doverosa scarpetta!

IMG_20140201_132801Calamari al forno con limone, erbe aromatiche e pane grattugiato

Ingredienti (per 2-3 persone):

  • 600 gr di calamari non molto grandi già puliti e scongelati
  • 3-4 cucchiai di olio evo
  • 1/2 limone
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 3-4 cucchiai di pane raffermo grattugiato (o in mancanza pangrattato)
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco secco (buono)
  • q.b di timo, erbe di provenza, peperoncino in polvere, maggiorana, coriandolo macinato

Iniziate con il pulire e lavare il prezzemolo (mi raccomando non buttate i gambi che per fare un brodo vegetale sono ottimi), tamponate lo bene, tritatelo finemente e mettetelo da parte. In una ciotola capiente mettete il succo di limone, l’olio, le erbe aromatiche (per me circa 1/2 cucchiaino ciascuno) e le spezie; mescolate brevemente e poi unite i calamari. Date un’altra  mescolata e poi unite il pane grattugiato, mescolate amalgamando bene il tutto (con le mani si fa molto prima). Prendete una teglia, ungetela con un filo d’olio e poi distribuitevi i calamari, cercando di disporli in un solo strato. Lasciateli marinare in questo modo giusto il tempo che il forno arrivi a temperatura. Cuocete il tutto per circa 40 minuti a 200°-220°, passando a modalità ventilata gli ultimi 10 minuti, cercando di mescolarli di tanto in tanto e bagnandoli con il vino bianco circa a metà cottura. Non vi preoccupate del liquido che si formerà in cottura, sembrerà troppo, ma vi assicuro che alla fine sarà tutto assorbito. Vi accorgerete comunque che saranno pronti quando il sughetto si sarà ristretto e provando ad infilzarli con una forchetta risulteranno molto morbidi.

Una volta cotti terminate con il prezzemolo tritato e servite. E il vino bianco ovviamente completa il tutto a meraviglia!!!

Buona settimana e a presto

Annunci

12 thoughts on “Calamari al forno con limone, erbe aromatiche e pane grattugiato.

    • Grazie. Ma provali perché meritano davvero. E se per caso non avessi i calamari questa preparazione sta bene anche con seppie e totani, a patto che non siano troppo grandi. Allora fammi sapere e buona cena
      a presto

  1. Che buoni! Li ho cucinati per la prima volta poco tempo fa e sarebbe giunto il momento di rifarli in un’altra versione!
    In quanto alla stagionalità del pesce, sono alquanto impreparata…corro subito a documentarmi! 🙂

    • In effetti si tende a dare molta più importanza alla stagionalità di frutta e verdura, ma per le specie ittiche vale altrettanto e anche in questo caso i nostri acquisti possono fare la differenza …
      I siti che ho inserito sono davvero bene fatti e con tante informazioni. Beh, allora buona lettura e buona serata. A presto

  2. Amo moltissimo i calamari, e da tempo mi dico che voglio provare a fare il calamaro ripieno, e oggi mi hai messo ancor più la voglia.
    Ma che sprecare il pesce fresco, lo hai sfruttato al meglio per un piatto semplice e gustoso.
    Mi piace, assai!

  3. è vero, anche a me capita sempre con le ricette del ricordo che cerco di rifare. Non trovarle a conti fatti mai uguali. ma qst è anche il bello perchè contribuisce a mantenerne il ricordo intatto e speciale…
    interessantissimo il tuo riferimento alla stagionalità e da ricordare!! grazie Marty, come sempre! bacioni

  4. Anch’io surgelo il pescato fresco, molto meglio che acquistare i surgelati che non sanno di nulla (almeno per chi vive sul mare sarebbe uno spreco assurdo non farlo)! Pensa che grazie a te apprendo un modo diverso di cuocere i calamari, che sinora proponevo solo ripieni al tegame oppure in insalata… l’aspetto è molto invitante!
    Ciao, Tatiana

    • Mi fa tanto piacere. E mi raccomando quando ti ricapitano sotto tiro prova a farli così, ti assicuro che piaceranno a tutti. Se qualcuno si lamentasse ti autorizzo a venire qui e darmele di santa ragione!
      Buona giornata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...