Bretzel all’olio e semi di sesamo.

IMG_20140326_072217Eventi che irrompono nell’ordine delle cose. Situazioni che per quanto ci si creda preparati poi alla fine ti travolgono come un uragano. E anche se non sei toccato in primissima persona quando vedi coloro a cui vuoi bene soffrire, il loro dolore diventa inevitabilmente il tuo. Non vorresti mai vederle piangere e sai fin troppo bene cosa stanno provando e pensando.

Allora lasci quello che stavi facendo, così a metà strada, e cerchi in qualche modo di essere forte, anche per loro.

Poi la nebbia si dirada e ti rendi conto di quello che è rimasto. I pezzi incompiuti qua e la, li guardi ma sai già che non fari un tempo.

Avevo programmato decisamente altro per questo post. Volevo invitarvi per festeggiare il primo traguardo di questa piccola cucina, che ancora non ci credo sia già passato un anno, avevo in mente di prepararvi un pensiero per le feste di Pasqua, ma niente. Non ho il tempo (e la forza).

Però mi dispiaceva troppo non salutarvi. Così ho ripescato questi panini speciali, fatti qualche settimana fa. Penso proprio che li conosciate tutti e a molti (me compresa) faranno venire in mente serate con un boccale di birra in mano, risate fragorose e episodi di dubbia sobrietà.

IMG_20140326_072627Questa è una versione decisamente più casalinga adatta per un aperitivo o anche per accompagnare un pasto, senza burro (perché anch’io volevo divertirmi a seguire gli intrecci di pasta), il bicarbonato ha preso il posto della soda caustica e il sale (quello che avevo in casa era troppo pungente) è stato rimpiazzato da semi di sesamo …. pazienza se non sono quelli originali, ma alla fine sono buoni davvero. Magari non perfetti come quelli addentati tra una bancarella e l’altra … ma in fin dei conti la perfezione non fa decisamente parte della sottoscritta.

Prima della ricetta mando a ciascuno di voi un abbraccio, per ringraziarvi del tempo passato assieme fin qui; vi faccio gli auguri di buone feste …. e prometto che al rientro mi farò perdonare.

IMG_20140326_073005Bretzel (o Pretzel) all’olio e semi di sesamo

Ingredienti (per circa 9 pezzi, ma molto dipende da quanto grandi li fate):

  • Per impasto:
  • 450 gr di farina 0
  • 50 gr di semola rimacinata di grano duro + altra per supporto
  • 270 ml (circa) di acqua tiepida
  • 7 gr di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva (per me pugliese)
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 1 cucchiaino di malto (o miele)
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • Per la soluzione:
  • 3 l (circa) di acqua
  • 3 cucchiai rasi di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale grosso

Iniziate preparando il lievitino. Fate sciogliere (prelevando dalle quantità totali) in una ciotola il lievito in circa 100 ml d’acqua, aggiungete la farina, il malto e impastate fino ad ottenere una sorta di pastella. Copritela e lasciatela riposare per almeno 30 minuti. Poi in un’altra ciotola più grande unite le restanti farine e acqua, aggiungete il lievitino riposato e impastate brevemente. Aggiungete poi il sale e l’olio e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico (morbido ma non appiccicoso). Copritelo con pellicola o un telo umido e, dentro al forno spento, lasciatelo lievitare fino a raddoppio del volume (circa 3 ore). Delicatamente passate su di un piano da lavoro leggermente infarinato; dividete la pasta in 9 pezzi di ugual peso e fate dei rotoli di 70-80 cm di lunghezza, prestando attenzione ad assottigliare solo le estremità. A questo punto formate il Bretzel intrecciando i due opposti lembi (ecco qui un video che vi mostra il procedimento corretto … è molto facile fidatevi). Adagiateli ribaltandoli sopra un teglia precedentemente oliata (fate attenzione a distanziarli tra loro) e fateli riposare in un luogo fresco (per me il frigo) per circa 30 minuti. Nel frattempo prendete una pentola capiente e mettete l’acqua a bollire. Una volta passati i 30 minuti riprendete i vostri Bretzel, aggiungete il bicarbonato e il sale nell’acqua ormai a bollore (fate attenzione a effetto vulcano in eruzione) e, uno alla volta, tuffatevi i Bretzel per circa 30 secondi (capovolgendoli a metà cottura). Con una schiumarola scolateli e adagiateli sopra un panno pulito. Rimetteteli sulla teglia (oliata), passateli con una spennellata d’olio, spolverateli di semi di sesamo e cuoceteli 200° per circa 25 minuti o fino a doratura completa.

Una volta cotti estraeteli dal forno, lasciateli intiepidire ed addentateli subitissimo!!! Come tipo di pane non si conserva a lungo, quindi vi consiglio nel caso avanzasse qualcosa (ma dubito) di congelarlo il prima possibile e tirarlo fuori all’occorrenza. Basterà farli riprendere un po’ nel forno caldo e torneranno come nuovi.

Annunci

13 thoughts on “Bretzel all’olio e semi di sesamo.

  1. Non so mai se sia il caso o meno di chiedere cosa o di chiedere perché, forse veramente questa non é la sede. Posso limitarmi a dire che questi bretzel sono molto molto anche senza soda caustica, anzi a verderli così mi sembrano più rustici e la cosa non mi dispiace affatto. Ti mando un abbraccio stretto, esattamente come quello dei tuoi pani.

    • Ti ringrazio per la dolcezza. Intanto mi prendo questo stretto abbraccio, e per ricambiare ti spedisco magicamente tutta la bontà di questi piccoli pani.

    • Immagino non siano all’altezza dei tuoi … ma sono comunque molto soddisfatta di aver superato il test sfitzero 🙂
      Passa una bella giornata e delle fantastiche vacanze, a presto.

    • Certo che devi provare! Sono facili da fare e troppo buoni per essere ulteriormente rimandati … se poi unita ad una fresca e dissetante birra!!! 😉

  2. Ti mando un sorriso dolcissimo e ricambio la tua stretta di mano di stamattina e all’occorenza un abbraccio forte. Anche le tempeste più violente in qualche modo si chetano e vedrai che sarà così anche per te.
    Stamattina ho trovato questo tuo regalo: io amo la Germania, ci ho anche vissuto, e i breze sono la cosa che adoro di più. La ricetta non sarà quella originale, originale, ma io cercavo proprio qualcosa che si potesse fare a casa e senza usare la soda caustica, di cui sono terrorizzata 🙂
    Quindi grazie, per la bellissima ricetta e per la tua condivisione con noi!
    Un bacione

  3. Mi dispiace che un anniversario che dovrebbe essere lieto coincida invece con un momento di sofferenza e difficoltà. Ti auguro che passi presto, e che possa comunque lasciarti qualcosa di positivo.
    Un abbraccio anche a te, spezzo simbolicamente un pezzo di questi bretzel genuini e lo condivido con te.
    Alice

    • Anche da situazioni spiacevoli si può sempre ricavare qualcosa di positivo. Che sia un ricordo, un sentimento o una lezione su se stessi. Tutto sta nel metterci impegno, perché bisogna sforzarsi, in certi casi, di trovarla quest’altra benedetta faccia della medaglia.
      Simbolicamente ti dico di prenderlo tutto questo bretzel … perché un pezzettino solo non basta, ti assicuro 😉
      Buone feste e presto

  4. Auguri per questo tuo primo anno, mi spiace che tu sia stata costretta a festeggiarlo “in sordina”, ma non devi certo farti perdonare 🙂 Anzi, spero che tu possa trovare sempre il tempo per te stessa prima ancora che per chi ti legge, per chi ami e la serenità di portare avanti quello che ti dà gioia. E noi siamo qui a leggerti pure in sordina, non preoccuparti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...