Confettura di pesche bianche, tabacchiere e limoncino.

pesche< Di una cosa sono certo: i giorni migliori non sono quelli in cui si sta aggrappati al poco o al tanto che si è messo in piedi, ma quelli in cui il cambiamento bussa alla porta. Magari anche facendosi precedere da una sconfitta, da una severa lezione, da una salita che, per chi vorrebbe scivolar giù liscio lungo una discesa, parrebbe un controsenso. Ma avete mai sentito che qualcosa di significativo, duraturo e apprezzabile sia arrivato dritto dritto da un’applaudita vittoria, da un rumoroso successo? Ben vengano dunque i sentieri contromano, le tappe fuori stagione, le mete che, se soppesate col bilancino dei pro e contro, non inseguiresti mai. >

Un paese ben coltivato, G. Boatti

Questa frase mi risuonava in testa mentre nella pentola mescolavo pezzi di pesche profumate, zucchero e cannella. Mentre tenevo in mano il mestolo mi chiedevo il perché; eppure non l’avevo certo letta da poco, anzi saranno passate settimane! Forse perchè l’avevo sottolineata in qualche modo? Forse perché è una frase ben costruita che più o meno potrebbe coinvolgere chiunque? O forse perché in fondo, in fondo mi sto seriamente avvicinando a quel sentiero contromano?!

In attesa della meta respiro profondamente ancora una volta il profumo di questa confettura, che sa di fresco e di fiori, prima di chiuderla e metterla in dispensa.

Nota: questa confettura, essendo le pesche tabacchiere (o saturnine) già molto dolci naturalmente, non richiede a mio parere una gran quantità di zucchero (di canna o bianco che sia). Io mi sono limitata ad una metà scarsa del peso della frutta (in totale avevo un netto di polpa di 1,2 Kg). Se amate particolarmente i dolce aumentate pure la dose ma cercate di non andare oltre i 700 gr per kg di frutta. La ricetta da cui ho preso spunto (un vecchio inserto della Cucina di Repubblica) veniva utilizzato il Brandy, che io non avevo in casa e non amo particolarmente; avendo però ancora una buona dose di limoncino fatto in casa da mia mamma … la soluzione mi è sembrata naturale! Ultima precisazione se volete utilizzare questo liquore, e non l’avete fatto in casa, cercatene uno di buona qualità e soprattutto senza conservanti e coloranti … tenete presente che Limoncino (o Limoncello ) vuol dire limoni+alcool+zucchero+acqua … e basta!!!

confettura di pesche e limoncinoConfettura di pesche bianche, tabacchiere e limoncino

Ingredienti ( per circa 3 barattoli da 250g e 1 da 150g ):

  • 700 gr di pesche tabacchiere (possibilmente prese da coltivatore di fiducia o biologiche)
  • 600 gr di pesche bianche (vale quanto detto prima)
  • 600 gr di zucchero di canna chiaro
  • 1 limone non trattato
  • 1 bicchierino piccolo di limoncino (o altro liquore es. rum)
  • 1 stecca di cannella
  • 3 cucchiai d’acqua

Iniziate pulendo le pesche, sopra una ciotola per non disperdere il succo spellatele, togliete il nocciolo e tagliate la polpa a pezzi piccoli. Spremetevi sopra subito il succo per non farle  annerire e poi trasferitele in una pentola abbastanza capiente e dai bordi alti. Aggiungete l’acqua, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e la stecca di cannella. Cuocete a fiamma bassa per 30-40 minuti, mescolando ogni tanto e schiumando, nel caso servisse, con un mestolo forato e aggiungendo gli ultimi minuti di cottura il liquore. Eliminate la stecca di cannella e travasate la confettura bollente nei vasi precedentemente sterilizzati (a bollore, partendo da acqua fredda, per 20 minuti o 10 minuti in forno a 100° ) lasciando circa 1,5 cm da bordo e pulendoli bene. Chiudete bene con i coperchi e capovolgeteli subito, in modo da creare il sottovuoto. Avvolgeteli con stracci puliti e lasciateli raffreddare così. Una volta freddi, verificate che sia avvenuto il sottovuoto, poi etichettateli e riponeteli in un luogo buio e asciutto, avendo cura di far riposare la confettura 15 giorni prima di consumarla.

Questa confettura è ottima da consumare a colazione, semplicemente su una fetta di pane, ma va benissimo anche per farcire crostate, biscotti o brioche.

ps: la prossima volta proverò con la lavanda … avevo già in testa questo pallino da un po’ di tempo, ma mi mancava qualche ingrediente fondamentale!!! Se nel frattempo qualcuno si volesse lanciare nell’esperimento … mi faccia sapere 😉

Annunci

17 thoughts on “Confettura di pesche bianche, tabacchiere e limoncino.

  1. Come sempre i tuoi libri mi piacciono tanto ma anche le tabacchiere! 🙂 Sono le mie pesche preferite, dolci senza essere pungerti come le altre. Anch’io in questi giorni mi sono data alle marmellate, una pratica che nel ‘suo poco’ apparente a così tanto da riservare!Un bacio e grazie per la tua ricetta delle friselle con lievito madre, una novità che mi mancava!

    • Ti giuro che ho pensato ad un errore di battitura! 🙂
      Non posso certo dubitare della tua scrittura … come di tutto il resto.
      Tra un barattolo di conserve e l’altro, fatti ad ore improbabili per ovviare alle temperature degli ultimi giorni, ti ribadisco la mia di gratitudine, perché in testa ho ancora le tue acciughe speziate 🙂

  2. allora…non appena avrò sufficiente scorta di pesche io proverò questa con il limoncello…ma tu la prossima volta metti il rosmarino perché con le pesche, bianche e gialle, ci sta anche lui da Dio (la ricettina la trovi nel mio archivio)!

    le foto sono bellissime e molto romantiche! chissà quali cambiamenti ci siano in corso…

    • Promesso, e se non riuscirò a trovarne abbastanza per un’altra dose di conserve proverò l’abbinamento in un altro modo … magari un dolce?!
      Buona giornata Silvia e grazie dei complimenti, sei sempre molto carina.

  3. Ho conosciuto le tabacchiere pochi giorni fa, in vacanza mentre attraversavo la Sicilia, e mi hanno conquistata: dolci, profumatissime, morbide…. La tua confettura non può che essere deliziosa con queste premesse, ma rimango in trepidante attesa degli esperimenti con la lavanda, che adoro!
    Un bacio!

    • Non avresti potuto trovare posto migliore per incontrare questo dolce frutto, che proprio in quella terra vede la sua origine.
      Qui ci sono ancora un sacco di esperimenti e combinazioni da provare, ma un passo alla volta, e piano piano li metterò tutti in fila. 🙂

  4. Mi stupisco di come i segnali interagiscano con le nostre vite e arrivino anche in un modo inaspettato… la citazione che fai la sento tanto, tantissimo… se solo sapessi tutti i pensieri che hanno affollato la mia mente ieri… coraggio, scelte, voglia di cambiamento, rischi, (ri)mettersi in gioco, superare le paure… è tutto un insieme, tutto si prende per mano… rileggerò spesso quelle frasi, sai?
    Amo queste pesche e amo le confetture, farle a casa è diventato un piccolo rito per me, c’è un intero cassetto dedicato a barattoli, vasi e vasetti… ma sarebbe bello averne uno già pieno, profumato come il tuo… anzi, proprio il tuo! 🙂

  5. Ed io invece che guardo e riguardo le tabacchiere e poi non le compro mai? Credo a questo punto di dover rimediare! Ed anche di doverlo fare molto velocemente! Un bacione Martina, buon we!

  6. Ciao Martina 🙂 è interessantissima la tua marmellata con il limoncino (fatto in casa poi) e le tue note sono davvero consigli utili! A presto
    P.S. Anch’io pensavo di darmi alla lavanda, ma per dei biscotti….che dici?

  7. Martina, streghetta che non sei altro…arrivo solo stamattina a leggere il tuo post, e quella citazione con cui esordisci risuona in me come un tuono di uno di questi ormai frequenti temporali estivi. Se fossi arrivata martedì, il giorno della pubblicazione di questo post, l’effetto non sarebbe stato lo stesso. Un po’ è come dici tu, potrebbe coinvolgere più o meno chiunque, ma sapessi come coinvolge me in questo preciso momento! E sapessi quanta paura ho a prendere quel sentiero contromano…
    Ora ti lascio che ho da fare, ho un panetto di pasta madre bella attiva che mi aspetta, di cui una parte finirà…indovina? Nelle tue frise della settimana scorsa! 🙂

  8. Sono capitata su questo blog per caso ma credo che ci tornerò spesso. Le pesche tabacchiere sono le mie preferite ^_^ Bellissima citazione.

    Complimenti e a presto!

  9. Arrivo qui per caso e come mi piace il tuo blog…trovo sia molto romantico e un po’ vintage.. 🙂
    La confettura è semplicemente deliziosa!

    • Grazie, sono molto felice che tu sia approdata qui trainata da ignote correnti 🙂
      Non mi resta che darti un caloroso benvenuto e …fregarti un cucchiaio del tuo buon gelato (che la nocciola è davvero uno dei miei gusti preferiti). Appena avrò un attimo frugherò meglio nella tua cucina … che già ad un primo sguardo dalla soglia mi piace molto!
      In attesa di settembre ti auguro buona estate. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...