Confettura di zucca speziata … e il senso per l’acqua.

confettura speziata di zuccaOrmai sai fiutare l’acqua in arrivo, l’annusi nell’aria come il più abile dei naviganti. Da queste parti siamo con un sensorialità in più … quella per l’acqua; dono diventato quasi questione di sopravvivenza e di cui ne faremo volentieri a meno.

Continuo a ripetermi: “lascia stare l’acqua”, “non la guardare troppo” e “non ci pensare più”!

Se resti notti, ore e giorni a controllare il fiume da ogni angolatura, dalla finestra di camera, dall’angolo della strada … vi è il rischio di rimanerne ipnotizzata. Come se poi tutto questo monitoraggio e tavole di legno, chiodi e toppe messe ad ogni porta e cancello potessero realmente risolvere la situazione. Già sai che non serviranno, l’hai visto, vissuto e verificato.

Ti arrabbi e imprechi, ma non con la pioggia, il vento o il mare, ma contro le parole pronunicate solo per buttar fuori aria dai polmoni, le colate di cemento senza misura, le falsità sentite e risentite, l’ovvietà delle colpe mai pagate, gli sbagli ripetuti all’infinito e la tua incapacità di poter fare qualcosa di utile sull’immediato.

Una storia che non vorresti più sentire (ma che sai già si ripeterà presto), e allora te ne inventi una …. magari con una zucca incantata che si trasforma in carrozza (anche senza principe azzurro va bene), ti porta in un luogo lontano (possibilmente all’asciutto), con una natura rigogliosa, in armonia con la civile società e abitato da persone degne di tale fortuna.

zuccheIn attesa che il sogno diventi realtà questa zucca tra le mani, per ora troppo piccola per diventare un valido mezzo di trasporto, pensi sia meglio godertela come dolce, almeno per questa volta, dal momento che in versione salata la si mangia un giorno sì e l’altro pure. Ma non hai voglia della solita torta, pensi possa trovarsi bene racchiusa in un barattolo, magari guarnita di spezie … zenzero, cannella, anice stellato e vaniglia … spezie che in cottura sanno già di Natale, di candele accese e desideri esauditi!

n.b: per quanto poco zucchero è presente sarebbe più corretto parlare di composta, anziché di confettura … ma qui ci lasciamo “libera licenza poetica”. Sempre per quanto riguarda lo zucchero, sentitevi liberi di aumentare la dose fino a metà del peso della zucca; ovviamente la dolcezza è variabile a seconda del tipo di zucca utilizzata e, se come me ne utilizzerete una mantovana, vi assicuro che non vi servirà aggiungere troppa dolcezza. Ultima cosa … come sempre le spezie sono a piacimento, sia in qualità che in quantità.

confettura di zucca speziataConfettura di zucca speziata

Ingredienti (per circa 1,200 kg di prodotto finito):

  • 1,4 kg di zucca pulita
  • 400 gr di zucchero di canna
  • 25 gr di zenzero fresco grattugiato
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 bacello di vaniglia (per me senza semi … avanzo di precedente lavorazione)
  • 1 bacca di anice stellato
  • 1 limone non trattato (succo e scorza grattugiata)
  • 60 ml di cointreau (o altro liquore)

Tagliate la zucca a dadini e, nella pentola che userete in cottura, unitevi il succo e la scorza del limone e lo zenzero. Mescolate il tutto e lasciate macerare per tutta la notte (o almeno 12 ore). Il giorno dopo ponete la pentola sul fuoco, aggiungete le spezie e il liquore, e cuocete il tutto per circa 40-50 minuti a fuoco dolce, mescolando spesso. Verso la fine della cottura con il dorso del cucchiaio cercate di schiacciare quanta più polpa possibile e verificata la cottura con la solita prova del “piattino freddo”. Una volta giunti a consistenza desiderata invasate la confettura ancora calda nei barattoli (precedentemente sterilizzati), lasciando circa 1 cm dal bordo e pulendolo bene. Capovolgeteli e aspettate circa 20 minuti. Procedete ora alla seconda sterilizzazione. Avvolgete i barattoli in canovacci puliti e immergeteli in una capiente pentola, riempite d’acqua in modo tale che il livello superi di circa due dita il tutto e fateli cuocere per almeno 30 minuti dal bollore. Fateli raffreddare completamente nella pentola, poi asciugateli, etichettateli e riponeteli in un luogo buio e asciutto.

Aspettate almeno 15 giorni prima di consumare la confettura, ma una volta assaggiata provatela su fette di pane tostato a colazione, come ripieno di crostate e torte varie, oppure come ottimo abbinamento a formaggi stagionati … vi assicuro che non ve ne pentirete!

ps: ovvio che sarebbe anche un ottimo modo per portarsi avanti con i regali delle feste in arrivo … ma questo solo se vi sentite di animo buono!!! 😉

Annunci

4 thoughts on “Confettura di zucca speziata … e il senso per l’acqua.

  1. Sì, questo tempo fa proprio paura. Ma hai ragione a dire che non è la natura, la responsabile, bensì noi stessi, volontariamente ciechi e sordi agli ammonimenti che continuano ad arrivare.
    Mi piace l’immagine di una zucche che, fatata o meno, ci porta per un attimo in un altro mondo, dove le cose non sono così compromesse e si può vivere in simbiosi con la natura… E come ormai mi capita spesso, proprio ieri ho visto una ricetta di confettura di zucca e pensato: potrei farla… E poi trovo qui la tua! Deve essere buonissima…magari potrei provare davvero! 🙂

    • Certo che devi, è davvero buona e versatile (esempio l’altro giorno l’ho infilata nell’impasto di un dolce al posto della normale polpa cotta … non ti dico il risultato ….)! Se poi ti capitasse per caso una zuccona con ruote e cavalli annessi, fammi un fischio che salto subito in carrozza! 😉

  2. Ciao Martina, che dispiacere infinito saperti così ‘vicina’ ad un ‘acqua ‘nemica’ 😦 Io spero che la tua dolcissima zucca, quella che hai intrappolato in barattolo possa compiere qualche magia particolare e almeno cominciare a farti sentire al sicuro… Un abbraccio stretto!

    • Diciamo che ormai ci si è fatto il callo, e poi in qualche modo questa volta siamo stati decisamente fortunati rispetto ad altri.
      Per ora nessun miracolo dal barattolo, ma una gran bella goduria nel mangire il contenuto ( o meglio ciò che non vi è finito e andava consumato in fretta) … e alla fine tanto basta 😉
      Un abbraccio anche a te e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...