Liquore al mandarino o Mandarinetto

Liquore al mandarinoPer una lunga assenza dovrei forse avere scuse migliori, in realtà l’unica motivazione che mi ha tenuta lontano da qui sono stata io.

Ero totalmente nera, senza voglia di comunicare e con poca ispirazione, per giunta reduce da influenza malefica che mi ha costretto ad una cucina catalogabile nel reparto “ospedaliero” … insomma pochi sapori e in “total withe“!!!

Quando sono di umore cattivo preferisco stare in silenzio … a “bollire nel mio brodo” sperando che passi la bufera e torni presto il lato positivo.

Per fortuna sono bastati pochi giorni in mezzo alla natura a tirarmi su di morale! Pochi giorni nel totale abbandono dei faggi intorpiditi dal freddo e dalla neve, degli spazi aperti tra le valli dove poter avvistare cervi e daini e dell’aria pura che solo a certe altezze diventa puro ossigeno.

Mi sono bastati pochi giorni per tornare in me, capire ( o meglio confermare) quello che realmente voglio essere e fare, non curante di tutti i possibili problemi e al di là di tutte i vincoli della vita quotidiana, al di là di tutti i se i però e i ma.

Mandarinetto in macerazioneStare assieme a splendide persone ti fa sentire meno sola, meno “strana” e insolita … insomma per una volta non ti senti la solita pazza nel vedere la vita in un certo modo.

Pochi giorni trascorsi in un batter di ciglia, troppo pochi … ma già sapevo che non sarei voluta tornare.

Ora che mi trovo qui, come sempre, arranco sui ritmi, sulle notizie e su quello che è accaduto in mia assenza.

Come sempre cerco dei piccoli punti da cui ripartire, che fosse il rinfresco della pasta madre o, come in questo caso, il travaso in bottiglia del Mandarinetto ormai giunto allo stato ottimale di macerazione …

n.b: nella ricetta siciliana originale si dovrebbero utilizzare i frutti ancora acerbi, dallo spiccato color verde. Io, non avendoli a disposizione, mi sono accontentata di mandarini maturi ma di ottima e sicura provenienza ( fondamentale importanza che gli agrumi scelti siano assolutamente non trattati ). Per la ricetta ho seguito i consigli del mio venditore siciliano di fiducia … dosi e tempistiche testate da lui nel corso di svariati anni! Con i mandarini avanzati potete ( io almeno l’ho fatto) preparare questa ottima marmellata, magari aggiungendo qualche buona arancia per arrivare alla giusto peso e recuperare qualche scorzetta!!!

Liquore al mandarino fatto in casaLiquore al mandarino fatto in casa

Ingredienti ( per circa 3 L di prodotto finito ):

  • 12-13 mandarini non trattati
  • 1 L di alcol a 95° per liquori
  • 700 gr di zucchero semolato

Per prima cosa lavate accuratamente i mandarini, asciugateli e, con l’aiuto di un pelapatate, ricavate la scorza, facendo attenzione a non prendere la parte bianca ( essendo i mandarini un po’ delicati dovrete farlo con molta calma e pazienza). Tagliate grossolanamente le scorze e mettetele in un barattolo molto capiente, aggiungete l’alcol e chiudete ermeticamente. Lasciate macerare il tutto per circa 15 giorni in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce, agitando il barattolo due volte al giorno. Trascorso questo periodo preparate lo sciroppo di zucchero. In una pentola dal fondo pesante unite lo zucchero e 1 L di acqua fredda, portate a bollore e, senza mescolare ( al massimo muovete leggermente la pentola ), fate cuocere a fuoco dolce fino a sciogliere completamente lo zucchero ed ottenere uno sciroppo limpido e trasparente ( circa 5-10 minuti). Spegnete e lasciate raffreddare. Versate poi lo sciroppo nel barattolo contenente l’alcol, chiudete, agitate brevemente e riponetelo a macerare nel solito posto. Lasciate riposare il tutto per almeno 20 giorni, ricordandovi di agitare il barattolo di tanto in tanto. Al termine travasate il liquore in bottiglie di vetro, precedentemente sterilizzate, aiutandovi con un imbuto ed un colino a maglie molto fini ( o una garza sterile). Chiudete le bottiglie ermeticamente, etichettatele e lasciatele in luogo fresco e riparato almeno 1 mese.

Una volta pronto, il Mandarinetto deve essere tenuto in frigo ( io nel freezer non l’ho mai messo), perché come il suo stretto parente Limoncino, va assolutamente servito freddo!

Annunci

14 thoughts on “Liquore al mandarino o Mandarinetto

  1. Quando vedo i tuoi post apparire sul mio reader, me li tengo da parte, per assaporarli con tranquillità. Forse perchè sento che sei anche tu una persona che prima di tutto “sente” e mi fa sentire una profondità che non sempre trovo negli altri e che a volte mi fa sentire “sola”. Sono contenta, insomma che tu sia tornata, perchè sei una delle persone che leggo con più piacere e che mi riporta un po’ a me stessa e alla sua gioiosa, a volte malinconica “follia”.
    Non ho mai preparato un liquore o una bevanda per il blog, ma credo sia arrivato il momento di farlo. Il tuo mandarinetto mi piace tantissimo e ne immagino il sapore, che io adoro e mi riporta nel mio amato sud.
    Ti abbraccio

    • Ti ringrazio per le belle parole; ammetto che iniziare la giornata così è decisamente una bella partenza.
      In tutto questo sentire ( e sinceramente talvolta vorrei non essere così empatica) ti consiglio di provarlo questo liquore profumato. E’ uno di quei tesori da custodire nell’angolo più prezioso della dispensa, da condividere con chi ami o da assaporare nei momenti di folle malinconia …
      un abbraccio forte anche a te e buona settimana

  2. Non mi resta che dirti bentornata!Il colore è quello di un’alba piena di sogni, il profumo posso solo immaginarlo,ma mi pare di sentirlo fin qui 🙂
    Buona settimana!

    • E’ vero, sono proprio le prime luci del gorno quelle in cui i mei sogni diventano più ingombranti, carichi di aspettative, che quasi mi sembra di toccarli! Poi con il passare delle ore vanno pian piano sfuocando, fino ad arrivare alla sera … ne rimane giusto qulache briciola! Per fortna ci sono certi profumi ed alchimie a venirmi in aiuto.
      Ora sarebbbe decisamente inappropriato … ma se ripassi nel dopo cena ti aspetto per un brindisino dalla nota agrumata ( il dolcino lo porti tu vero?! ) 😉

  3. Capisco la voglia di scomparire nei momenti bui perché capita anche a me: non ho voglia di comunicare se ciò che uscirebbe sarebbe conforme al mio spirito negativo, meglio starsene buoni e aspettare il momento giusto… e non sono una persona negativa, ma quando le preoccupazioni avanzano mi ritraggo nel guscio a leccarmi le ferite….
    Complimenti per questa ricetta, amo moltissimo fare i liquori in casa, mi sento un po’ una piccola alchimista e i risultati danno davvero mota soddisfazione! Bravissima!
    Un bacione 🙂

    • Forse sarà il fatto di condividere il fenomeno dell’aria di mare che si incastona tra le montagne a farci arricciare come ricci di fronte ai periodi un po’ così …
      Ma certe mosse da alchimista sicuro possono anche far tornare il sorriso!
      Ti auguro una bella settimana … che se inizia con un gelato allora promette davvero bene 😉

  4. Ora capisco il tuo commento da me…sì, siamo decisamente in sintonia! Per le lunghe assenze e il ritorno color arancio, addirittura per l’influenza nel mezzo! Certo, a te nel frattempo è andata meglio di me, la faggeta è decisamente più accogliente del megacondominio di periferia, ma vabbè, sono sopravvissuta, e al ritorno la mia passeggiata mattutina nel bosco è stata più lunga del solito 🙂
    Anche io, come Manu, posso solo immaginare il profumo, leggendo ho pensato subito quanto avrei voluto annusare questo liquore prima ancora di berlo. Sembra ottimo, se ce la faccio replico!

    • E allora se vi organizzate vi aspetto per il primo assaggio!
      Mi raccomando non ti stancare troppo con tutti questi treni, e quando puoi torna tra i campi a raccogliere le tue erbe … sicuro ti rimetti in sesto subito!
      un abbraccio

  5. anche io sono come te marty, quando sono nera e giù di morale tendo a chiudermi e a voler stare nel io brodo. e mi prende la malavoglia e la nullafacenza! poi mi accorgo che però se mi sforzo e mi apro un pochino alla fine la magior parte delle volte ne guadagno almeno un sorriso. e un sorriso quando si è nerissimi è una grande conquista.
    Ora sono felice di rivederti e di risentirti, sapere che sei tornata alla tua cucina e che ti stai ubriancando con il liquore al mandarino! 😀

    • Cara zuccherina, tranne i giorni in cui non riuscivo ad alzarmi dal letto, neppure la febbre ( o il malumore) mi ha allontanato dalla cucina …
      Per l’ubricatura ancora c’è da aspettare un po’; ma magari in questo caso ti posso anche aspettare per il brindisi se ti va! 🙂
      Un forte abbraccio e buon fine settimana

  6. Sapessi quante volte avrei voglia io di non dire più niente ed “uscire di scena”, senza parole, senza spiegazioni… non si può sempre essere a 1000, non si può sempre avere la voglia o il tempo di fare tutto. Sono però chiaramente felice che tu abbia ritrovato l’entusiasmo di condividere con noi questa bellissima ricetta. I tuoi post e le tue ricette non sono mai scontati Martina, e non é cosa da tutti. Ti abbraccio

    • Con parole così mi rimetti decisamente il morale alle stelle ( e le gote sui toni del rosso imbarazzo). La prossima volta che la nuvoletta nera aleggia sopra le nostre testoline ci muniremo con una combinazione letale … il mio liquore e i tuoi biscotti con la fetta di arancia ( ma anche qualche ciambellina al limone se è avanzata!) … secondo me unione perfetta!!!
      Un abbraccio forte anche a te e a presto

  7. Quando sento di stare male, mi chiudo anche io a riccio. Non esco, non parlo. Cerco prima l’equilibrio con me stessa, quello che mi permetta di stare bene prima di tutto da sola, poi con gli altri. Siamo ovviamente felicissime che tu sia tornata qui con i “nostri” mandarini, da siciliane non possiamo non replicare subito!
    Un abbraccio, Marta

    • Un complimento da “esperte in materia” vale quanto meno il doppio!!! Certo che sfuttando la vostra aria salmastra e il sole intenso dovrebbe venire mille volte meglio, e su questo ho pochi dubbi!
      Vi auguro una fantastica settimana e buon lavoro allora 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...