La ciliegia nel sorbetto.

cherry sorbetE se guardo un albero, non gli chiedo soltanto di farmi ombra, e se incontro una persona non mi accontenterò delle solite cerimonie, voglio l’infinito e non mi basta neanche quello, dell’infinito voglio la radice, il luogo in cui inizia, voglio sentire come è cominciata questa infiammazione, questo delirio della materia che chiamiamo vita.

 F. Arminio, Oratorio bizantino

Saranno le ore più piccole del solito, le prime lucciole in mezzo ai campi, le notti passate a scrutare le stelle … scruti le stelle ma in realtà speri sempre di avvistare altro … , sarà che il sale nella pelle ti fa sentire il corpo elettrico e sotto il mare ti senti leggera come una piuma.

Oppure sarà perché lo ritieni giusto, necessario in questo istante, quasi un obbligo; senti di dover aspirare a qualcosa in più … più emozioni, più sogni, più follia, grida, balli vorticosi, giramenti di capo, più contrasti e tinte forti.

to the beachCon qualcuno, l’altra settimana, si commentava: ” …d’estate l’appetito cambia.” … niente di più vero! Ora la mia bocca vuole solo la verità, la verità tramutata in materia, sapori diretti senza fronzoli, che si insinuano direttamente nelle vene. Pasti più semplici del solito ( se possibile per me …), magari preparati nelle fresche notti per il mattino seguente, odori che ti raccontano tutta la storia del Mediterraneo, colori accecanti, quasi commoventi nella loro minuscola perfezione.

Mani che raccolgono doni della terra in ogni dove e da tutte le direzioni; ogni tanto devi abbassare la schiena, talvolta alzare le punte dei piedi, spesso allungare le braccia fin quasi a sentirle staccare dal tuo corpo. Ma alla fine, l’ultimo gesto resta quasi sempre lo stesso, una passata sotto il getto d’acqua e dritto verso le mie labbra.

Capita, però, anche di voler appagare di più i sensi, render ancora più amabile qualcosa che già lo è naturalmente di suo … basta aggiungere qualche foglia verde e profumata, una punta di dolce, aspettare che il freddo giochi a tuo favore … e il gioco è fatto. Nulla si è perso … e alla radice ci sei rimasta aggrappata ben stretta!

cherry Sorbetto di ciliegie alla menta

Ingredienti (per 800 gr circa di prodotto finto):

  • 400 gr di ciliegie mature (dall’albero o da provenienza certa e sicura)
  • 130 gr di zucchero di canna ( ho usato quello chiaro per non alterare troppo il colore)
  • 200 ml di acqua
  • 3-4 foglie di menta fresca (potete anche aumentare se volete un sapore di menta più forte)

Iniziate preparando lo sciroppo. In un pentolino dal fondo pesante mettete l’acqua e lo zucchero, fate bollire a fuoco dolce, senza mescolare, fino a che quest’ultimo non sia sciolto del tutto, poi togliete dal fuoco, aggiungete le foglie di menta e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Nel frattempo lavate, asciugate e snocciolate le ciliegie ( mi raccomando conservate sia i piccioli che i noccioli, da cui potrete ricavare rispettivamente infusi diuretici e fantastici cuscini utili ad alleviare dolori articolatori ). Con un mestolo forato togliete la menta dallo sciroppo, aggiungete le ciliegie e, con un frullatore ad immersione, riducete il tutto in crema. Fate raffreddare il composto prima di trasferirlo nella gelatiera, azionatela secondo istruzioni e aspettate la consistenza desiderata ( nonostante la foto … fatta subito dopo averlo tolto dal freezer e senza poter aspettare … vi giuro che risulterà molto cremoso!!! ). Nel caso non abbiate una gelatiera basterà trasferire il composto in un contenitore basso e largo (meglio se di metallo), metterlo in freezer per almeno 6 ore e mescolarlo bene ogni 30 minuti circa.

Una volta pronto basterà tirarlo fuori pochi minuti prima di consumarlo, aggiungere magari qualche fogliolina di menta, servirlo e mangiarlo!!!

Annunci

13 thoughts on “La ciliegia nel sorbetto.

    • Desiderare il proprio bene, quello reale che si riflette nelle piccole cose, è forse una delle aspirazioni più difficili … ma partire da questo sorbetto forse un aiuto lo può dare!!! 😉

  1. E’ vero che il gusto cambia a seconda delle stagioni ed infatti in questo periodo io vivrei di gelati, sorbetti e vegetali di ogni tipo: mi piace l’idea della ciliegia ed è sicuramente da fare (per ora ho trovato le ciliegie ad un prezzo agghiacciante, ma non demordo!).
    Un bacio 🙂

    • E’ vero ultimamente la frutta di stagione ha prezzi abbastanza onerosi, soprattutto se di qualità. Dovresti provare a cercare qualche albero, oppure trovare un agricoltore dall’animo buono e onesto! Buona ricerca allora e un abbraccio

  2. Mi sento un po’ chiamata in causa per quello scambio di commenti…e il mio appetito non potrebbe che gioire al contatto con questo sorbetto così invitante. La gelatiera non ce l’ho, ma i miei frequenti passaggi a Roma implicano anche frequenti passaggi al mercato sotto casa dei miei, dove ieri ho fatto scorta di ciliegie (quando prendo il treno del ritorno sembro un’emigrante…piena di borse di frutta e verdura e cose buone da portare con sé!). E visto che il caldo pare stia tornando anche qui…direi che posso mettermi all’opera 😉

    • E fai bene a sentire quel fischiolino nelle orecchie 🙂
      Senza gelatiera, lo so, è un po’ laborioso e richiede più tempo del solito … però giuro che ne vale la pena!
      Ma ti volevo chiedere … hai già provato ad essiccarle? Ho visto i tempi che richiedono e, sinceramente, mi spaventa un po’ … più che altro perché dovrei occupare di prepotenza il tavolo di cucina per 2 giorni. Quindi se “il gioco non vale la candela”, con rammarico, ma abbandonerei l’impresa!
      ps: in compenso ho un cestino di piccioli in crescita costante 🙂

      • Non ho mai provato, più che altro perchè non ho esuberi da conservare non avendo alberi a disposizione…tutti i frutti che riesco a prendere li mangio freschi! Ma le ciliegie essiccate le ho assaggiate e sono davvero uno spettacolo, uno dei frutti disidratati più buoni che ci siano. Insomma, se hai abbondanza secondo me ne vale la pena. Non hai una mensola dove poggiare l’essiccatore, servendoti di una prolunga per la corrente? Io di solito faccio così, a dire il vero il più delle volte essicco nella seconda camerina della mia casa, che sarebbe uno studio-camera degli ospiti, ma vabbè..

      • No, nessun altro ripiano libero a disposizione. Le uniche soluzioni che ho trovato sono: 1- invadere casa di qualche anima buona nei paraggi e 2-mettermelo vicino al letto … entrambe da evitare direi!!! Va beh, ora vedo il da farsi, e nel caso mi mettessi all’opera ti faccio sapere. Grazie comunque della dritta e buona giornata

  3. E’ bello tornare qui, fare scorpacciata (non è una parola deliziosamente vintage?!) di post uno dietro l’altro, esattamente come mangio le ciliegie, senza contarle, senza smettere…
    Vedere questo blu e il mare che fa capolino (anche questo termine è vintage, accidenti!) mi fa capire che l’estate è davvero qui, a un passo da noi… ci siamo già dentro, ma per sentirla sulla pelle devo fare il primo bagno, mettere i piedi nudi sulla sabbia, indossare il cappello di paglia, guardare l’orizzonte, annusare la crema al cocco e dire che sì… ho voglia di leggerezza – tanta, tantissima – e di tutto questo. Compreso ovviamente un gelato color passione con note di freschezza verde, che tu hai preparato benissimo…

    • Ora che abito nuovamente vicino al mare mi rendo conto che è più facile sentire l’estate; bastano due orette a disposizione e un capolino del sole tra una nuvola e l’altra. La prossima volta che tornerò su quella spiaggia raccoglierò l’acqua salmastra, qualche granello di sabbia e te li spedirò subito … tramite lettera … così per rimanere sul vintage! 😉

    • Grazie per i complimenti e ben arrivata.
      Queste foto che vedi sono fatte sulla costa ligure, provincia di La Spezia …. ispirazione per qualche prossima vacanza?! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...