Confettura di more di rovo e rum.

blackbarriesNon posso certo dire di averla fatta ieri questa confettura, più o meno l’ho messa a cuocere nel suo solito istante, circa tre settimane fa. Però, nonostante sia passato del tempo, su qualche ramo, i più ritardatari e meno esposti al sole, ancora si possono trovare grosse e succose more. Quest’anno è stato particolarmente generoso e la qualità di questi piccoli tesori del bosco è troppo buona per farsi scappare l’occasione di riempire la dispensa con una di questi barattoli.

Quindi approfittate del primo istante libero, armatevi di pantaloni lunghi, un bastone per poter arrivare fino ai rami più alti … se come me siete “nati paperini e cosa ci puoi far“, e dirigetevi in mezzo ai campi, nei sentieri dei boschi o in qualche sterrato tra le campagne.

Senza temer spine o insetti, fate incetta di rosso purpureo, magari facendovi aiutare dai vostri bimbi (ricordandogli che non sempre è necessario una scatola luminosa e rumorosa per giocare …), raccontate loro storie di fate e folletti nascosti tra i rovi e, appena avrete raggiunto un bel bottino, tornate a casa e iniziate a preparare l’occorrente per invadere la casa di dolci effluvi zuccherini!

n.b: per questa confettura ho voluto optare per la semplicità assoluta, minima dose di zucchero per stare in sicurezza e una spruzzata di rum scuro verso fine cottura, sottolineando a pieno il sapore dei frutti. Potrete certo aggiungere spezie a piacimento (vaniglia e cardamomo ad esempio) ed aumentare la quantità di zucchero ( ma giuro che non servirà assolutamente); unico consiglio è di fare attenzione nel raccogliere frutti maturi, morbidi ma ancora compatti, lavorarli entro 24 ore al massimo, privarli del picciolo e decidere o meno se passarli per eliminare i semini … io ho saltato questo passaggio, non solo perché ne avevano molto pochi, ma anche perché come consistenza finale preferisco un risultato un po’ più rustico.

blackberry rum jamConfettura di more di rovo e rum

Ingredienti ( per circa 8 barattoli da 250 ml):

  • 2,5 kg di more di rovo
  • 800 gr di zucchero di canna
  • 1 mela ( meglio se locale o biologica )
  • 1 ( o 2 se piccoli) limone non trattato
  • 80 ml di rum scuro (di buona qualità)

Per prima cosa pulite e lavate bene le more e lasciatele asciugare completamente sopra un canovaccio pulito. Un volta asciutte mettetele in una ciotola capiente, unite la mela tagliata a pezzi, lo zucchero, il succo e la scorza del limone e lasciate macerare in un luogo fresco per almeno 2 ore. Poi travasate tutto in una grossa pentola ( meglio se ampia ma dai bordi non troppo alti) dal fondo pesante e cuocete il composto per circa 30 minuti a fiamma medio-bassa, mescolando spesso e schiumando all’occorrenza. Gli ultimi minuti di cottura unite il rum e mescolate ancora ( fate sempre la prova con una piccola quantità fatta scivolare sopra un piattino tenuto in freezer) e, una volta raggiunte la consistenza desiderata spegnete il fuoco e travasate a caldo la vostra confettura nei barattoli precedentemente sterilizzati. Chiudete bene, capovolgeteli avvolgendoli in un canovaccio pulito e lasciateli così per almeno 15 minuti. Infine rigirateli e lasciateli raffreddare sempre avvolti nel canovaccio, poi effettuate la corretta avvenuta del sottovuoto, etichettateli e riponeteli in un luogo buio e asciutto.

Aspettate almeno 15 giorni prima del consumo e poi utilizzate questa dolce confettura nel modo che più vi appartiene.

Annunci

12 thoughts on “Confettura di more di rovo e rum.

  1. Ecco, proprio quello che mi ci voleva stamattina. Una sveglia rilassata, un caffé e un pingback che mi rimanda a uno dei miei blog preferiti, pieno di more succose. Grazie della citazione Martina cara! La mia curiosità è stata soddisfatta 🙂 Non so se potrei mai spruzzare rum sulla marmellata di more (come ho scritto nel mio post, per me è quasi sacra!), ma credo lo farò con le mele quest’autunno…ho giusto un fondo di rum martinicano buonissimo, se sopravvive alla fine dell’estate proverò 🙂
    Buongiorno!!

    • Sapevo che avresti storto il naso al tocco alcolico! 🙂 Però con il definirmi uno dei tuoi blog preferiti ti sei ampiamente ripagata … ti avrei lasciato dire i peggio insulti!!! 🙂
      Un’altra buona mattinata a te streghetta e un abbraccio

  2. Fantastico questo scatto e l’immagine di te che ti arrampichi fin dentro ai cespugli 😉
    Io mi rifarò il prossimo anno ormai, quello che c’era è andato,ma mi segno certamente questa piccola chicca 🙂

    • Se avessi detto tutta, tutta la verità …cioè che ci son quasi finita dentro … forse sarebbe stata ancora meglio! 🙂
      Grazie dei complimenti e un abbraccio

    • La marmellata di more è una di quelle che dovrebbero essere scritte con la “M” … per sottolinearne l’importanza!!! Se avrai l’occasione assaggia e replica, non te ne pentirai 😉 Buona giornata e buon inizio settimana!

  3. Pingback: Buchteln sul comodino… o in giardino - ilgamberorusso

  4. Pingback: Buchteln sul comodino… o in giardino - Ricette e Vicende

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...