Torta di grano saraceno con amarene sciroppate.

Torta (gluten free) di grano saraceno e amarene sciroppateSenza un minimo di preavviso queste prime folate di vento settembrino hanno portato tra i miei capelli voglia di cambio di stagione, di zuppe calde, piatti tenuti tra le mani per esser scaldate dal tepore del contenuto, sciarpe che si arrotolano attorno al collo, calze pesanti e strati spessi sulla pelle.

Sento il bisogno ( non che mi sia mai passato) di tornare a salire sulle vette dei monti, ammirare il cielo terso e perder lo sguardo verso orizzonti lontani, rincasare prima per l’insorgere del buio e cercare il tepore del sole unicamente quando ne ho necessità.

Immancabile come il “fall foliage” i miei sogni si fanno montagna; montagna dalle vette alte, pascoli in altopiano, baite in legno, le scarpinate attraverso i sentieri scoscesi, i profumi del bosco e campi d’erba bagnata dalla brina mattutina e colazioni “di sostanza” … dolci ancora tiepidi e tazze fumanti.

Ma devo fermarmi ancora un po’, qui a livello del mare, giusto una scappata in giornata, per respirare aria frizzantina ed ammirare il mare giù in basso … orizzonti che si allargano e prospettive che cambiano ( e questo talvolta è un esercizio utile per ritrovare il punto)!

amarene sciroppateAlmeno con le farine posso giocare; immaginare di preparare dolci tipici di paesaggi dolcomitici, dalla consistenza rustica e burrosa ( perché a chi è concesso … non vedo come ogni tanto del buon burro, possibilmente locale, possa fare male).

Dolci solo in apparenza poveri e rustici, ma in sostanza ricchi ed intensi … come le giornate che spero mi attendano, come i sogni che per ora sto costruendo ….

n.b: per la ricetta ho seguito la bravissima e nota Laura ( o Pippi); rispetto alla sua ricetta ho modificato il minimo, usato delle mandorle con la pellicina, sostituendone una piccola dose con semi di papavero, ed usato come ripieno le amarene sciroppate fatte tempo fa … dovevo assolutamente dar fondo al barattolo. Avevo timore che così facendo, una volta affettata si sarebbe completamente disfatta, invece l’umidità delle amarene ha reso naturalmente compatto il tutto, rendendo il taglio perfetto e senza problemi. Nel caso vogliate comunque un ripieno più cremoso vi consiglio di frullare il tutto, magari con l’aggiunta di un cucchiaio di marmellata, e poi spalmarlo come di consueto.

Torta di grano saraceno e amarene sciroppateTorta di grano saraceno, mandorle, semi di papavero e amarene sciroppate

Ingredienti ( per uno stampo a cerniera da 18 cm di diametro):

  • 125 gr di farina di grano saraceno
  • 125 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di mandorle tritate a farina (tritatele in un robot con 2 cucchiai prelevati dalla quantità totale dello zucchero)
  • 25 gr di semi di papavero
  • 125 gr di burro morbido (di buona qualità e provenienza sicura)
  • 3 uova tipo 0
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1/2 bacca di  vaniglia (semi interni)
  • 1 pizzico di sale fino
  • q.b di amarene sciroppate

Come prima cosa imburra ed infarina lo stampo e riunisci in una ciotola la farina setacciata, le mandorle, i semi di papavero e il lievito. In un’altra ciotola monta gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale. In una capiente terrina, con l’aiuto di fruste elettriche, lavora a crema il burro con lo zucchero e i semi di vaniglia. Aggiungi i tuorli, uno alla volta, poi gli altri ingredienti secchi e amalgama accuratamente utilizzando ora un cucchiaio o lecca pentole. Infine unisci gli albumi montati, in due o tre passaggi, mescolando sempre dal basso verso l’alto. Distribuisci il composto nello stampo, livella il tutto e inforna a 170°-180° per circa 30-35 minuti (fare la solita prova stecchino per verificare la cottura). Sforna la torta e lasciale raffreddare completamente. Una volta ben fredda, estraila dallo stampo, tagliala in due parti ( quella inferiore è sempre bene lasciarla leggermente più alta) e farcisci l’interno con le amarena sciroppate, privandole del nocciolo ma lasciando parte del loro sciroppo. Fai nuovamente combaciare le due parti, cospargi la superficie con una pennellata di sciroppo, fai riposare alcuni minuti e servi.

Questo dolce si conserva umido e morbido per parecchi giorni, conservato a temperatura ambiente. Si può gustare sia a colazione che a merenda, oppure come dopo pasto; magari in questo caso accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia o qualche cucchiaiata di morbida e profumata crema!!!

Annunci

4 thoughts on “Torta di grano saraceno con amarene sciroppate.

  1. Cara Martina, sono da un po sul tuo blog…ho fatto un bel giretto tra le sue pagine…lo trovo bellissimo!! Ricette molto belle ed interessanti e che foto!!! Sono meravigliose! Sei davvero bravissima! 🙂
    Un bacio grande!!

    • Questa è la formula giusta per iniziare bene la giornata 🙂
      Per ricambiare ti faccio spazio sul tavolo, una tazza di caffè ancora caldo e una fetta di torta … quando vuoi! Io aspetto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...