Confettura piccante di melagrana

spicy pomegraned jamTorno qui dopo mesi perché semplicemente ne sentivo il bisogno, perché mi mancava-mi mancavate, perché ancora più semplicemente ne avevo una gran voglia.

Torno qui dopo mesi, troppi mesi, notti insonni, tempi da gestire con il contagocce, stravolgimenti di case, cucine, lavori e sensazioni, che sarebbe troppo difficile e riduttivo (per me) raccontarli in uno spazio bianco delimitato da un quantitativo preciso di numeri, caratteri e battute.

rawTorno qui con un barattolo da mettere in dispensa … che il tempo di conservare l’ho sempre trovato … anche ad orari improponibili, un occhio aperto ed uno chiuso, “senza gambe, senza braccia, senza testa …”!!!

Torno con una confettura che, oltre ad uno dei miei frutti prediletti, racchiude forse lo spirito dei mesi trascorsi: rossi come il fuoco che arde, brillanti come il sole che si specchia nell’acqua o il riflesso di una luna gigante attesa per ore; dal sapore dolce e piccante, sorprendente come tutte le cose splendide che accadono per caso, i ricordi che si accavallano confusamente ma lasciano solo gioia, tenerezza e quel sorrisino stampato in faccia che solo tu conosci il motivo e i progetti che piano piano prendono vita.

collTorno con un carico di melograni raccolti subito topo essere tornata da un luogo incantato, dove si custodiscono alberi da frutto centenari, difesi da una sognatrice caparbia e gentile, portatrice sana di passione e voglia di tentare l’impossibile, nascosti tra colline e tenuti in salvo dal passare del tempo e l’indifferenza dell’uomo poco lungimirante.

Un posto che molti conosceranno per fama e sentito dire … ma di cui vorrò comunque parlarvi meglio una delle prossime volte … perché se sono tornata non è solo per un “salutoalvoloscappoevadovia“!!!

n.b: ricetta tratta dal libro “Conservare il sole dolce dell’estate. Marmellate” apportando qualche piccola modifica sia nel procedimento che negli ingredienti ( sostituendo la paprica con il peperoncino fresco del mio orto … il solito con cui avevo fatto questa crema qui  e zucchero normale al posto di quello di canna … che male lo sono entrambi in egual misura, quindi almeno tentiamo di preservare il colore rosso vivo e non alterare troppo il sapore).

pomegranateConfettura piccante di melagrana

Ingredienti ( dosi per circa 300 gr di prodotto finito):

  • melagrane mature e succose ( per me 5-6)
  • zucchero semolato ( metà peso rispetto ai semi sgranati)
  • 1 peperoncino fresco privato dei semi
  • agar-agar in polvere ( 1 cucchiaino raso per ogni kg di composto)

Come prima cosa sgranate pazientemente le melagrane raccogliendo i semi in una ciotola. Una volta finita questa operazione pesateli e mescolateli a metà peso in zucchero semolato. Mescolate delicatamente, coprite la ciotola e lasciate riposare per almeno 12 ore ( io l’ho tenuto in frigo quasi 15, poi tirato fuori e lasciato a temperatura ambiente circa 3 ore prima della cottura). Ora aggiungete al tutto un cucchiaino raso di agar-agar in polvere e il peperoncino fresco tritato grossolanamente, con un mixer a immersione date una leggera frullata e travasate il tutto in una pentola larga dal fondo pesante. Accendete il fuoco con una fiamma moderata e cuocete il tutto, mescolando spesso, fino ad arrivare a consistenza desiderata ( dai 40 ai 60 minuti ). Infine travasate la confettura ancora calda in barattoli precedentemente sterilizzati, lasciando circa 1 cm dal bordo, chiudete bene e capovolgeteli. Lasciateli così per circa 15 minuti, poi rigirateli e, avvolti in un canovaccio pulito, lasciateli raffreddare completamente. Per ultimo verificate la corretta avvenuta del sottovuoto, etichettateli e riponeteli in un luogo buio e asciutto.

Aspettate almeno 2 settimane prima del consumo. Questa conserva va benissimo per essere gustata in un aperitivo, con formaggi abbastanza saporiti e stagionati, oppure con piatti di carne arrosto o bolliti.

Annunci

15 thoughts on “Confettura piccante di melagrana

    • E’ ancora più bello essere riletta e scambiare pensieri. Questa confettura arriva da un carico di melograni troppo ingente per essere consumati tutti al naturale ( che in tutto onestà resta uno dei modi che preferisco per consumarlo …). Se mai proverai a farla fammi sapere … e in caso tu non abbia simpatia per la nota croccantina dei semi, già ti avverto di fare un passaggio ulteriore con colino o passaverdura! 😉
      Buona giornata e a presto

  1. …per certe cose non devi aver un motivo, si torna e basta e questo è uno dei motivi che rende questi momenti unici.
    Questa conserva è preziosa, unica, degna della bellezza del melograno.
    Un abbraccio!

    • Ti mando un abbraccio anch’io mia panificatrice preferita. Un abbraccio più forte e di sostegno del solito, perché sempre senza un motivo reale, mi va così! 🙂

  2. Arrivo volutamente a fine giornata, perchè tu meriti quello che reputo il momento migliore: la notte. Mentre penso alla nostra colazione di domani che sarà più lunga e più abbondante perchè abbiamo un ritorno da festeggiare e tante parole in sospeso, sappi che questo rosso è il colore giusto per i nuovi passi. Dona quella carica che serve, quella spinta, quella passione che a volte sembra perdersi tra i sentieri, ma non smette di battere, neanche quando i cambiamenti ci mettono a dura prova e ci fanno tremare un po’. Si torna alla campagna che amiamo, si torna a ri-avere fiducia, si torna a salire sugli alberi con il sorriso, si torna a mettere nei vasetti tutto ciò che abbiamo imparato. E si torna a noi stesse. Con foglie più lucide e chicchi più brillanti. E perchè no, magari anche più dolci. Mentre il peperoncino incoraggia e dà lo sprint… come spero faccia anche il mio abbraccio. Che sia forte neanche te lo dico, lo sai. E soprattutto lo senti.

    🙂

  3. Bello ritrovare le tue parole, i tuoi pensieri e la natura che metti sempre al centro di queste pagine e che con la sua bellezza e la sua sovrabbondanza mi colpisce dritta al cuore
    Bentornata!

    • Grazie mille Giulia. Arrivare al cuore è cosa quanto mai difficile, ma se riuscissi anche solo ad avvicinarmi un po’ … potrei realmente ritenermi soddisfatta.
      Buon inizio settimana.

  4. Martina bella, sapessi che piacere mi fa immaginare la tua felicità pari al colore rosso pungente dei tuoi melograni 🙂 Ma la sai una cosa?Da quando ho smesso di fare pronostici e previsioni sulla mia presenza sul blog, riesco a farlo viaggiare parallelamente al mio mondo, quasi un calco perfetto. Io credo sia questo il segreto e se invece questo abito cucito a nostra somiglianza ad un certo punto stringe troppo, anche smetterlo per un po’ non è male 🙂

    Ecco detta la mia perla di saggezza adesso posso essere egoista e dirti che sono felicissima del tuo ritorno e non potevi farlo con una veste più promettente!Aspetto prossime delucidazioni, ma anche solo allusioni, sulla tua felicità… e non per curiosità ma solo perchè saperti felice rende felice anche me!;-)

    • Mia cara il vestito non è che mi andasse poi così stretto ( soprattutto perché tendo sempre a portarli molto larghi e comodi fin dal principio …), più che altro non trovavo mai il tempo per indossarlo, qual tempo lento e calmo che piace a me!
      Per ulteriori delucidazioni magari ti scriverò in privato … che timida e riservata su certi argomenti la sono parecchio! 😉
      Nel frattempo ti mando ancora un abbraccio e ricambio tutta la felicità!!!

  5. Cara, carissima Martina,
    Puoi perdonarmi di essermi resa conto così tardi del tuo ritorno? Per di più dal momento che sono anche citata qui dentro, e proprio non me ne ero accorta? (wordpress manda i pingback un po’ a casaccio mi sa…o magari non ce li hai abilitati tu, boh?).
    Com’è, come non è, eccomi qui. Sono passata tante volte a sbirciare in questi mesi, per vedere se fossi tornata a scrivere, l’ultima volta dev’essere stato poco prima di questa pubblicazione. Che piacere ritrovarti! E che piacere sapere che durante la tua assenza la vita sia stata per te così sorprendente, “dolce e piccante”, le parole che tu stessa hai utilizzato per questa confettura. Bentornata streghetta, ci sei mancata; sappi che attendo con ansia un bel racconto della giornata da Isabella (bellissime le parole che hai usato per descriverla…). A prestissimo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...