11

Insalata aromatica di riso venere e asparagi.

asparagiQuesto è stato forse il primo vero fine settimana estivo.

La prima volta al mare … che come tutte le prime volte è sempre speciale. Arrivi presto, la spiaggia è vuota, ti scegli l’angolo preferito, distendi il tuo corpo ( ancora sui toni del “candido” ) sopra il telo, tiri fuori dallo zaino il libro che leggerai tra un attimo, togli gli occhiali, chiudi gli occhi e, mentre ascolti il rumore delle onde sulla battigia, inizi a raccogliere tutto il caldo tepore dei raggi del sole … modalità ricarica attivata!

Poi con il passare delle ore il chiacchericcio attorno aumenta, in proporzione al numero di teli colorati e visi più o meno noti. Alzi lo sguardo perché qualcuno ti ha chiamata, sorridi … è bello rivedere vecchi amici, quelli che conosci da una vita, ma che per lo più puoi frequentare unicamente quando le temperature sono elevate!

asparagiPassi la giornata così, senza far nulla di particolarmente movimentato, nemmeno un grande nuotata, visto che l’acqua è ancora parecchio fredda ( e io mooolto freddolosa ), al massimo un movimento ondulatorio delle gambe che giocano a fare schizzi con la superficie del mare … retaggi da bimba che son duri a morire.

Con calma il rientro, gustandosi tutta la strada; percorso breve ma di lunghissima durata … quando si è tranquilli e rilassati si tende a parlare anche con lo sconosciuto che ti passa di fianco … un metro due chiacchere, altro metro tre chiacchere e via discorrendo.

E, benché la giornata mondiale della lentezza debba ancora arrivare, imperterrita continui con questo ritmo; doccia, giusto due cose da sbrigare e, infine, dedicarsi a preparare la cena … per non sapere l’ora basta non alzare lo sguardo sopra la porta, il timer, invece, lo metto direttamente nel cassetto, e visto che questo riso fresco e profumato deve riposare un po’, ci scappa pure un aperitivo casereccio!

n.b : ricetta di quelle fatte seguendo gusto, momento e … asparagi da cucinare entro breve! Una cosa sola, negli ingredienti ho messo “olio al peperoncino“, e con ciò intendo unicamente un peperoncino fresco, tritato e lasciato in infusione in olio evo! Nel caso non abbiate il riso Venere, potete utilizzare altre varietà di riso, il sapore ovvio non sarà lo stesso, ma potrete comunque aggiungere, togliere o cambiare aromi e spezie.

insalata di riso venere e asparagiInsalata aromatica di riso venere e asparagi, con erbe fresche e zenzero

Ingredienti ( dosi per 4 persone):

  • 700 gr di asparagi
  • 200 gr di riso Venere biologico
  • 2-3 cm di radice di zenzero fresco
  • 1 cipollotto ( o 2 se piccoli )
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • 1-2 rametti di basilico
  • 5-6 foglie di menta fresca
  • 1 cucchiaino di olio al peperoncino
  • 4 chiodi di garofano
  • 1-2 foglie d’alloro
  • q.b di olio evo (per me il solito pugliese)
  • q.b di sale fino integrale
  • 1 presa di sale grosso integrale
  • 1/2 limone non trattato

Iniziate pulendo gli asparagi, tagliate la parte finale più fibrosa e le punte e mettete entrambi da parte. Tagliate il resto dei gambi in pezzi non troppo piccoli, mettete una pentola con abbondante acqua sul fuoco e aspettate il bollore. Una volta preso il bollore aggiungete una presa di sale grosso e tuffate gli asparagi, scottateli per circa 5 minuti poi, con un colino forato scolateli e subito passateli sotto l’acqua fredda ( così da fissare bene il loro colore) e metteteli da parte; ripetete l’operazione per le punte, cuocendole però solo per 3 minuti. Nella stessa acqua tuffate ora la parte finale degli asparagi, i gambi di prezzemolo e basilico, la cipolla mondata e infilzata con i chiodi di garofano, l’alloro e il riso. Cuocete a fiamma medio bassa per circa 30 minuti, cercando però di mantenere il riso abbastanza al dente, poi scolate il tutto e passate velocemente il riso sotto un getto di acqua fredda, eliminando la cipolla, i gambi di asparagi, prezzemolo e basilico e l’alloro. Prendete ora una manciata di asparagi, prelevandola da quelli tagliati a pezzetti, unite le foglie di menta, la scorza e il succo del limone, un pizzo di sale fino, un filo d’olio e, con un frullatore ad immersione, riducete il tutto in crema, aggiungendo altro olio nel caso, fino ad ottenere una consistenza vellutata ed omogenea. Poi mettete un’ampia padella sul fuoco, aggiungete l’olio al peperoncino, lo zenzero pelato e grattugiato, il cipollotto tagliato a rondelle, fate imbiondire per qualche istante e aggiungete subito il riso, gli asparagi rimasti e le punte, saltate, mescolando bene, per pochi minuti. Infine togliete dal fuoco, aggiungete 2-3 cucchiai abbondanti della crema appena preparata ( quella che avanza la potrete gustare anche semplicemente spalmata sopra una fetta di pane integrale ), il prezzemolo e basilico tritati grossolanamente e mescolate bene, assaggiate e nel caso aggiustate di sale.

Lasciate riposare la vostra insalata per almeno 15 minuti prima di servirla, infine aggiungete qualche altra fogliolina di prezzemolo e basilico, un filo d’olio a crudo e portatela in tavola; da gustare sia tiepida che fredda, accompagnando il tutto con un buon bicchiere di vino bianco! 

Annunci
2

Da una vasca di menta a un’insalata di miglio

IMG_20130614_073753Confesso! L’ultima volta che sono stata a casa non mi sono limitata a fare scorta di pesce ma ho anche fatto incetta (entro i limiti consentiti) di erbe aromatiche, soprattutto di menta!

Dovete sapere che se ci si sporge dalla finestra della camera in questi mesi si può non solo godere di un bellissimo panorama in cui svettano le Alpi Apuane, ma si è anche pervasi da un profumo inebriante e frizzantino di menta. Infatti proprio li sotto, nell’angolo del giardino, è posta una grande vasca in marmo dove, con il passare del tempo, è cresciuto rigoglioso e predominante su tutte le altre piante un bellissimo, ormai “cespuglio” di suddetta pianta.

Ed IMG_20130613_132405io una volta aperte le persiane, per ammirare le prime luci del giorno (uno dei pochi lati positivi dell’alzarsi all’alba …), sono stata ammaliata da tale aroma e … non ho saputo resistere alla tentazione (a pensarci bene, in effetti, è un po’ che la forza di volontà mi fa brutti scherzi …) !!! Praticamente ne ho portato con me un sacchetto pieno 🙂

Naturalmente una volta rientrata in Toscana ho iniziato a metterla un po’ ovunque, tè freddi, verdure, dolci e insalate varie tra cui quella che vi descriverò a breve. In realtà non ero sicura da subito di voler condividere questo piatto, anche perché come al solito l’ho fatto d’impulso e con gli ingredienti che avevo in casa, ma poi, una volta assaggiato mi è sembrato doveroso! Una insalata di miglio forse non particolarmente originale ma sicuramente estiva, buonissima (ovvio, dovete amare la menta, altrimenti potete anche abbandonare l’idea di realizzare questo piatto …) e con un aroma super rinfrescante.

Premetto che tra gli ingredienti vi è anche del formaggio, opzione per in non allergici della casa!!! Nel mio piatto ovviamente tale presenza era esclusa ma, assicuro tutti i miei compagni allergici che il sapore era fantastico comunque!

Insalata di miglio al profumo di menta

IMG_20130623_120248Ingredienti (per 2-3 persone):

  • 80 gr di miglio (possibilmente biologico)
  • 160 ml acqua
  • 10 asparagi puliti e mondati (decisamente gli ultimi della stagione)
  • 10 (circa) pomodorini confit (home made 🙂 )
  • 1 cipollina di Tropea
  • q.b di formaggio Feta greco
  • 6-7 foglie di menta fresca
  • q.b di sale, olio evo e prezzemolo
  • q.b di scorza di limone

Iniziate con il preparare il miglio. Dopo averlo sciacquato con cura mettetelo a tostare per qualche minuto con un filo d’olio in una pentola, o padella, antiaderente. Una volta tostato aggiungete l’acqua, salate e lasciatelo cuocere coperto per 15-20 a fuoco basso senza mai mescolare. Quando sarà cotto sgranatelo con una forchetta, o cucchiaio di legno, mettetelo in una ciotola e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo sbianchite gli asparagi; metteteli a cuocere, già tagliati, per circa 7 minuti in acqua bollente salata (devono restare abbastanza croccantini), dopodiché scolateli e passateli subito in acqua fredda (ciò permetterà di mantenere un bel verde brillante). A questo punto resta solo da tagliare la cipolla a rondelle sottili, sminuzzare le foglioline di mente e comporre il piatto. Molto semplicemente mescolate in una ciotola tutti i vari ingredienti: il miglio, gli asparagi, i pomodorini, la nostra menta, un cucchiaino di prezzemolo sminuzzato, il Feta tagliato a cubetti, un filo d’olio evo, quanto basta di sale e una spruzzata di scorza grattugiata di limone.

Ora non resta che mescolare delicatamente l’insalata e lasciarlaIMG_20130623_120611 riposare un po’ prima di servirla nei piatti, in modo tale che tutti i vari sapori si amalgamino bene.

Non mi resta che augurarvi buon appetito! Spero vi piaccia e vi ispiri magari anche verso modifiche o aggiunte ulteriori. Se poi l’accompagnerete con un buon bicchiere di vino bianco, magari leggermente fruttato, il tutto acquisirà una spinta in più …. :)!!!

0

Primavera con qualche crisi di identità

Fine di maggio … già mi immaginavo a postare ricette fresche e colorate! Raccontare di picnic all’aria aperta su campi in fiore; dolci morbidi al cucchiaio e fantasiose insalate di ogni tipo, insomma situazioni molto bucoliche. E invece no! Qualcuno a inserito il tasto “rewind” e ci siamo improvvisamente trovati in climi autunnali; altro che macedonie di frutta, la voglia va verso piatti caldi e ristoratori, beh, non proprio polenta e salciccia … ma poco ci manca!!! Oltre tutto come una degna “pirla” ho già fatto il cambio dell’armadio, quindi mi ritrovo a viaggiare con tripli strati di maglie di cotone …. non mi passa nemmeno per la testa di tirare fuori tutto un’altra volta!!! IMG_20130525_124517-1Ad ogni modo anche la tavola risente di questi sbalzi umorali e termici, e i piatti si trasformano in un connubio stravagante e non catalogabile. Per capirsi l’altro giorno la pioggia aveva gentilmente concesso un attimo di tregua, ma l’aria e il vento forte non erano per nulla piacevoli, e al momento di mettersi a tavola le richieste propendevano decisamente per qualcosa di “confortevole”! Premetto che la ricetta era per commensali “formaggiosi” con origini del nord Italia; indi per cui …

Tomino ripieno di asparagi e prosciutto con contorno di patatine novelle in cocotte

Ingredienti (dosi per 1):

  • 1 tomino piemontese (o 2 …dipende dalla fame!)
  • 3-4 asparagi puliti e sbollentati
  • prosciutto crudo leggermente salato
  • patatine novelle pulite (in quantità)
  • q.b di odori (basilico, origano, rosmarino, timo)
  • q.b di sale e olio extra vergine di oliva

IMG_20130524_103036Iniziate con il cuocere le patate. Devo ammettere che la cocotte (o patatiera) è una dei miei tegami preferiti e le patate (volendo vi si possono fare anche le cipolle o le castagne) cotte in questo modo mi fanno davvero impazzire; tanto semplici quanto squisite! Ma basta parlare e iniziamo: mettete le patate, con buccia annessa (il buono è proprio quello!!!), direttamente nel tegame e cuocetele senza aggiungere altro per circa 40 minuti a fuoco vivace (ricordo che serve un frangi fiamma), avendo l’accortezza di agitarle di tanto in tanto. Una volta pronte non farete altro che metterle a tavola e ogni commensale potrà condirle come meglio crede e preferisce ( anche con olio e sale molto semplicemente, oppure all’inglese con qualche salsa o yogurt). Quando le patate sono quasi a metà cottura prendete il tomino, dividetelo a metà e svuotate leggermente la parte sotto, aiutandovi con un cucchiaino. Prendete gli asparagi (cotti ma ancora croccantini … oppure quelli avanzati dal giorno prima) divideteli a metà, in modo tale che escano di poco della forma del tomino, e avvolgeteli in una fettina di prosciutto, mettete il fagottino sopra la fetta di tomino, aggiungete gli scarti di formaggio ottenuti in precedenza, condite con qualche foglia di basilico e richiudete con l”altra fetta. Adagiate il tomino su teglia con carta forno, cospargetelo di odori (rosmarino, timo, maggiorana) e un filo d’olio e.v.o. e mettetelo in forno. IMG_20130525_125121Cuocetelo per circa 10 minuti a 220° (funzione grill) e appena inizia a fondersi servitelo all’istante. Volendo si potrebbe approfittare del calore del forno per tostare qualche fetta di buon pane … che ne dite?! p.s : cercate di consumare questo “simpatico” formaggio il prima possibile, oppure prendetelo contato in base al numero di commensali. Nel sfortunato caso dovesse rimanere in frigo per qualche giorno vi assicuro che inizierete a considerare il Gorgonzola un dilettante!!! 

0

Ciò che avanza non si butta!!!

IMG_20130417_062313 Si è sempre parlato di cucina degli avanzi, un tipo di cucina in cui il nostro paese, soprattutto in tempi antichi, era un vero maestro. Purtroppo al giorno d’oggi questa tradizione è caduta quasi nel dimenticatoio. Vari e molteplici le cause: il tempo sempre più tiranno, norme sulla scadenza talvolta discutibili, enorme quantità di prodotti pronti prontissimi e già cucinati e una dilagante abitudine all’acquisto selvaggio e non troppo ragionato. Temi su cui si dibatte da molti anni (provate a inserire parole come “cibo, spreco e italia” in qualsiasi motore di ricerca e guardate la mole di risultati che vi appariranno) ma di cui, tranne sporadici tentativi, si è risolto ancora ben poco.

Giusto per chiarire sono una persona che detesta andare a fare la spesa … mi viene l’orticaria, soprattutto se devo andare al supermercato “iper-mega-gigante” (che purtroppo rimane sempre il luogo più vantaggioso per comprare); già se mi si parla di mercato l’umore migliora all’istante. Non capisco chi andando a fare acquisti ingolfa il carrello come dovesse scoppiare la guerre termonucleare … ho capito che magari non si ha tempo ogni momento di tornare per comprare quello che manca o serve, ma non viviamo mica in mezzo al deserto dei tartari?! Comunque tendo sempre a scegliere (provenienza, scadenza, ingredienti …) con cura ciò che compro, un po’ perché sono costretta dal mio novantenne apparato intestinale e un po’ perché credo di fare la cosa giusta; e alla fine riesco ad uscirne illesa … ho giusto quello che mi serviva e poco altro (se proprio c’è la super offerta …). Ciò nonostante può capitare che da un pasto all’altro avanzi qualcosa, l’importante è riuscire a non buttare niente, semmai tentare di reinventare e trasformare … basta poco … mica siamo a Masterchef!!!

Proprio l’altro giorno avevo degli asparagi avanzati; li avevo soltanto cotti a vapore (come cottura la preferisco alla bollitura perché riesce a mantenere quasi inalterati tutte le proprietà degli alimenti) quindi erano perfetti per un qualsiasi tipo di preparazione. E così è stato, veramente con poco sforzo ne è riuscito un buon piatto.  Un fantastico piatto di Pasta con una leggera ed avvolgente crema di asparagi.

IMG_20130416_173906Intanto preciso che gli asparagi erano quelli coltivati (più adatti in queste lavorazioni) e come pasta ho scelto i “radiatori” semplicemente perché li avevo già aperti … poi mi stanno molto simpatici e con tutte le loro incanalature sono perfetti per accogliere in ogni parte tutto il condimento creatosi!!!

Ovviamente non serve che aspettiate che vi avanzino degli asparagi per provare a fare questa ricetta!!! Potete anche partire da asparagi freschi … In ogni caso non ho fatto altro che affettare gli asparagi cotti, tenendo da parte le punte, e passarli (o frullarli) con un filo di olio (e.v.o.!!!). Intanto che l’acqua bolliva ho messo a scaldare in una padella un altro po’ d’olio, dove ho poi aggiunto la cremina di asparagi (se fosse troppo densa mettete un po’ d’acqua calda o brodo vegetale). Ho salato, pepato (davvero poco perché in casa non è molto amato come spezia, ma voi fate come più vi aggrada) e aggiunto qualche fogliolina di timo. Una volta cotta la pasta, ricordatevi di tenere da parte un po’ d’acqua nel caso il tutto risultasse troppo asciutto, ho scolato e unito al condimento, aggiunto le punte degli asparagi tenute da parte, un po’ di prezzemolo e mantecato per qualche secondo.IMG_20130417_061330

Come ultimo tocco una leggera spruzzata di pecorino romano (non troppo stagionato) ma per chi come me non potesse niente paura … risulta in ogni caso molto cremosa e saporita!!!