11

Confettura di more di rovo e rum.

blackbarriesNon posso certo dire di averla fatta ieri questa confettura, più o meno l’ho messa a cuocere nel suo solito istante, circa tre settimane fa. Però, nonostante sia passato del tempo, su qualche ramo, i più ritardatari e meno esposti al sole, ancora si possono trovare grosse e succose more. Quest’anno è stato particolarmente generoso e la qualità di questi piccoli tesori del bosco è troppo buona per farsi scappare l’occasione di riempire la dispensa con una di questi barattoli. Continua a leggere

10

Torta con ricotta di mandorle e frutti di bosco sciroppati

Almond ricotta cake with red fruit in syrupDi solito non mi faccio incantare dall’arte oratoria di qualsivoglia venditore o commerciante che sia.

Se mi trovo una nuova faccia davanti resto dubbiosa fino all’ultima sillaba, metto i panni dell’investigatore in cerca dell’indizio sospetto … lente d’ingrandimento alla mano e plico di domande “trabocchetto” dall’altra.

L’incontro con quel signore stempiato, occhiali spessi e mani giganti, però, è stato tutto un’altro copione. In quella piccola bottega, con la volte a botte e l’ingresso nascosto tra le mura di sassi, mi sarei fermata ore ed ore. Lui, con quella sua cadenza particolare, mi aveva letteralmente stregata con le storie sulle sue conserve; trattava quei barattoli come fossero sui figli, e ne descriveva ogni singolo aspetto, ognuno aveva la propria peculiarità, tutti con un carattere diverso e una missione speciale.

Confesso che, molto probabilmente, se si fosse messo a descrivermi i processi produttivi con i suoi aiutanti topolini del bosco di rovo ….  avrei creduto anche a quello … tanto ero entrata nel suo mondo!

Non ricordo bene quanto tempo abbia passato lì dentro, so solo che alla fine ne sono uscita con la testa tra le nuvole e la borsa resa pesante da due vasetti pieni di frutti rossi!!!

n.b: la ricetta di questa semplice ma squisita torta sta facendo strage di cuori; all’inizio fu Barbara ad esserne folgorata, ma io l’ho incontrata per la prima volta da Laura ( quasi naturale andare da lei, che con quei frutti condivide radici e origini)! Della sua versione non ho cambiato quasi nulla, tranne l’utilizzo della mia ricotta di mandorle in alternativa alla normale ricotta, e la sostituzione dei gelsi con i frutti rossi sciroppati …. ma giuro che appena mi capitano sotto tiro, replico subito!!!

dairy free cakeTorta di ricotta di mandorle e frutti di bosco sciroppati

Ingredienti ( per uno stampo da 22 cm di diametro ):

  • 240 gr di farina 0
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 3 uova ( biologiche o da allevamento fidato)
  • 330 gr di ricotta vegetale di mandorle
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 150 gr di olio di girasole ( meglio se biologico e spremuto a freddo )
  • 180 gr di frutti di bosco sciroppati ( scolati dal liquido di conserva )

Iniziate con il setacciare la farina e il lievito in una ciotola capiente, unite poi lo zucchero e mescolate bene. In un’altra ciotola rompete le uova, sbattetele appena con una frusta, poi, continuando a mescolare, unite l’ olio, la ricotta ( precedentemente lavorata con una forchetta, giusto per renderla un po’ più cremosa ) e la scorza del limone. Amalgamate bene il tutto e poi unite il tutto con il resto degli ingredienti secchi. Mescolate bene con la frusta, fino a non aver più grumi, poi aggiungete poco più di metà dei frutti di bosco e, con un cucchiaio o lecca pentole, mescolate delicatamente il composto. Trasferite il tutto in uno stampo a cerniera, precedentemente oliato ed infarinato, e distribuite i restanti frutti di bosco in superficie. Cuocete il vostro dolce per circa 50 minuti a 160° ( modalità statico); abbiate cura di fare la consueta prova stecchino per verificare l’effettiva cottura, e se tendesse a colorire troppo in superficie, copritelo con un foglio di carta forno.

Una volta che la torta sarà cotta, sfornatela, lasciatela intiepidire, poi estraetela dallo stampo e fatela raffreddare sopra una griglia. Una fetta di questa torta, leggermente compatta ma morbidissima, è un ottimo modo per iniziare la giornata o spezzare la fame verso l’ora di merenda!!! 

4

Pie integrale ai frutti di bosco (giocando a fare la bella statuina)

IMG_20130511_071857Non so quanti di voi abbiano visto recentemente la mia pagina facebook e abbiano quindi saputo della mia piccola disavventura … che mi è costata piuttosto cara!!!

Ennesimo episodio in cui mi sono dovuta arrendere al fatto di non avere un fisico da roccia indistruttibile (non che servissero prove ulteriori …); mi stavo “prodigando” per raccogliere delle foglioline di menta dal balcone della finestra quando, non considerando né la distanza, né la postura assunta, ho sentito un rumorino poco piacevole provenire dalle mie costole!!! I dettagli seguenti ve li risparmio, ma  vi basti sapere che le settimane a seguire saranno caratterizzate da movimenti mooooolto lenti e appena accennati … talvolta do davvero dimostrazioni di scarsa intelligenza (per non dire altro)!

Purtroppo non sono proprio la persona adatta al riposo assoluto, senza far niente non ci so stare, ho necessità di tenermi impegnata costantemente … rischio crisi isterica in caso contrario!!! Quindi con tutti gli accorgimenti del caso e, con il triplo del tempo, mi sono comunque messa a fare un piccolo dolce. Innanzi tutto perché sono riuscita a raccogliere (coadiuvata da valido aiutante) le primissime more della stagione, e poi perché mi sembrava davvero poco carino non salutarci a dovere, augurandoci una buona estate … e quale modo migliore se non con un dolce pensiero?!

Anche per questa occasione l’impasto è totalmente milk free, ma nel caso non aveste problemi e allergie varie potrete tranquillamente sostituire la quantità d’olio con del normalissimo burro (circa 250 gr per la quantità di farina utilizzata e magari 1 uovo soltanto).

Pie integrale ai frutti di bosco e mela

IMG_20130510_180531Ingredienti:

  • Per la frolla
  • 400 gr di farina integrale
  • 100 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero fine
  • 120 ml di olio di mais (o altro olio di semi)
  • 2 uova
  • pizzico di sale
  • scorza di 1 limone
  • Per ripieno:
  • 500 gr di frutti di bosco (more, lamponi, mirtilli)
  • 1 mela ( meglio se biologica)
  • 150 gr di biscotti secchi integrali
  • 80 gr di zucchero di canna grezzo
  • scorza di 1 limone
  • 2/3 foglioline di menta fresca
  • q.b. di cannella
  • 1 cucchiaio di farina

Iniziate preparando la frolla con il solito procedimento (nel caso vi foste persi i post precedenti potete trovare i passaggi dettagliati qui). Una volta pronto l’impasto e messo a riposare procedete nella preparazione del ripieno. In una ciotola mescolate i vari frutti di bosco e la mela tagliata a dadini con la farina (questo servirà a trattenere il succo che si formerà in cottura), aggiungete lo zucchero, la scorza di limone, le foglioline di menta tagliate finemente, la cannella e mescolate amalgamando il tutto. Ora prendete l’impasto, dividetelo in due, stendete il primo pezzo (aiutandovi con della carta forno leggermente infarinata) a uno spessore di 2/3 mm con un diametro maggiore rispetto allo stampo utilizzato (il mio era di 22 cm),  rivestite la teglia (rivestita di carta forno o oliata/imburrata e infarinata) con la pasta facendola aderire bene al fondo e ai lati. A questo punto bucherellate il fondo, mettete, pressando leggermente, i biscotti tritati grossolanamente e poi distribuitevi i frutti di bosco cercando di formare il classico rilievo centrale. Stendete poi la pasta avanzata e chiudete con il disco formato la torta (ovvio che sarà di diametro inferiore rispetto al precedente); fate aderire bene i bordi e praticate qualche incisione al centro (così da far uscire il vapore durante la cottura).

Cuocete la vostra pie nel forno (modalità statico) a 180° per 45-50 IMG_20130511_071309minuti e una volta cotta lasciatela raffreddare completamente su una gratella. Come tutte le pie le fette che taglierete non saranno perfette ma alla vista di quel meraviglioso sughetto rosso e sentendo tutto quell’avvolgente profumo nessuno vi recriminerà niente … anzi apprezzeranno tantissimo il vostro lavoro. Che altro dirvi allora … fatemi sapere che ne pensate e …

Buona estate e buone vacanze a tutti !!!